Tu sei qui

Irwin domina in SBK alla North West 200, scoppia la polemica Dunlop

Glenn Irwin e Honda Racing UK vincono le due gare della Superbike alla North West 200, ma esplode il caso pneumatici Dunlop. Molti piloti costretti a disertare l'ultima gara in programma

Moto - News: Irwin domina in SBK alla North West 200, scoppia la polemica Dunlop

Share


Dopo un biennio di stop forzato causa pandemia, questa settimana è tornata a disputarsi una nuova edizione della North West 200, una delle corse su strada più celebri al mondo insieme al Tourist Trophy sull'Isola di Man. Dalla lunghezza di poco più di 14 km e snodato attorno alle strade solitamente aperte al traffico delle cittadine di Portrush, Portstewart e Coleraine in Irlanda del Nord, il "Triangle" ha offerto gare coinvolgenti e ricche di emozioni, anche se questa volta non tutto è andato come previsto, dato che ad alcuni piloti è stato impedito di gareggiare per motivi di sicurezza.

Caos gomme

Secondo un comunicato ufficiale diramato dagli stessi promoter della NW 200, successivamente al ritiro di Peter Hickman dalla prima gara in programma nella giornata di sabato, Dunlop ha scoperto in corso d'opera un difetto in uno dei lotti di pneumatici slick riservati alla classe regina Superbike (vedi la foto di copertina). Per ragioni prettamente di incolumità, l'azienda anglo-giapponese ha pertanto obbligato i suoi piloti di riferimento (Michael Dunlop, Davey Todd, Dean Harrison, Conor Cummins, Brian McCormack e Sam West tra i vari, oltre al già citato Hickman) a disertare l'ultima gara dell'evento, lasciando così campo aperto ai gommati Metzeler.

1-2 Irwin in SBK

Glenn Irwin in azione sulla CBR 1000 RR-R di Honda Racing UK

Un fatto decisamente increscioso per una corsa storica del calibro della North West 200 che, tuttavia, non ha influenzato il regolare svolgimento delle ostilità. Glenn Irwin (usuale protagonista del BSB sotto le insegne della medesima formazione) e Honda Racing UK hanno monopolizzato la scena in Superbike, trionfando sia in Gara 1 che nella tanto attesa Gara 2, povera di partenti per il noto "problema-gomme". L'originario di Carrickfergus ha tentato di ripetersi anche in Superstock, salvo poi consegnare il successo all'esperto Alastair Seeley su Yamaha (1° pure al venerdì), mentre in SuperSport si sono spartiti il bottino ancora Seeley e Lee Johnston. Da segnalare infine la buona prestazione nella Supertwin per lo spezzino Andrea Majola, rispettivamente 12° e 8° nelle due gare.

Articoli che potrebbero interessarti