Tu sei qui

Moto2, Pedro Acosta festeggia la prima pole a Le Mans, soltanto 19° Vietti

Il pilota piemontese non riesce a superare la tagliola della Q1, in prima fila Dixon e Fernandez, a terra Lowes, Ogura e Chantra, 10° Arbolino

Moto2: Pedro Acosta festeggia la prima pole a Le Mans, soltanto 19° Vietti

Share


Tra sorprese, cadute e colpi di scena la qualifica della Moto2 ha mischiato non poco le carte in tavola. Tra i più attesi c’era sicuramente Celestino Vietti, il quale era costretto a passare la tagliola della Q1. Per una questione di millesimi il pilota piemontese si è dovuto arrendere, tanto che la sua qualifica si è conclusa prima del tempo.

Il portacolori Mooney VR46, attuale leader del Mondiale, scatterà infatti dalla 19^ casella e per lui si preannuncia una gara tutta in rimonta con il coltello tra i denti. Davanti a tutti ci sarà invece un super Pedro Acosta, che a Le Mans conquista la sua prima pole  nella classe intermedia. Semplicemente impeccabile lo spagnolo, autore del riferimento in 1’35”803, tanto da precedere Dixon di 118 millesimi, mentre in terza posizione compare Augusto Fernandez.

Quella di Le Mans è stata una qualifica a dir poco tribolata per i big, tanto che Sam Lowes è finito a terra dovendosi accontentare del quarto crono. Stessa sorte anche per Ai Ogura, ottavo a mezzo secondo dalla vetta e anche lui vittima di una caduta.

Per quanto riguarda invece gli italiani, il migliore si è rivelato Tony Arbolino, autore del decimo tempo, nonché l’unico della pattuglia tricolore presente in top ten. Il pilota lombardo è riuscito a precedere Chantra, anche lui finito sfortunatamente a terra nel finale. 15° Dalla Porta seguito dalla MV Agusta di Manzi.    

Articoli che potrebbero interessarti