Tu sei qui

Al debutto nel Trofeo Guzzi Fast Endurance il team Cani & Porzi

Alberto Cani e Fabio Porzionato: se corrono loro  possono correre tutti. Lo spirito del Trofeo è tutto qui: pochi cavalli, ma buoni, una moto mitica e tanta passione

Moto - News: Al debutto nel Trofeo Guzzi Fast Endurance il team Cani & Porzi

Share


La passione fa brutti scherzi. Quando l'ho conosciuto Alberto Cani faceva il giornalista nel mondiale per l'ormai defunto SportAutoMoto. Da lì si trasferì a Roma per lavorare per GPOne.com. Aveva bisogno di un mezzo di locomozione: ci procuranno uno scooter ed un casco. Nonostante la passione per i motori, inizialmente quelli a quattro ruote, Albert Dogs - ho la mania per i soprannomi - non era un motociclista, ma guidando per le vie di Roma si impara presto.

Non ve la voglio fare lunga, non è la storia della sua vita: è quella della nostra. Ammalati fracichi di motociclismo, possibilmente agonistico, perché le 'tirate' perlomeno per quanto mi riguarda sono iniziate con Corsarino ZZ.

Ecco dunque che il pacifico Cani , nel frattempo divenuto ufficio stampa del Gruppo Piaggio (eh sì, è passato al lato oscuro) si è trasformato oggi in un pilota. A permetterglielo il trofeo Guzzi Fast Endurance. Potevamo non sponsorizzarlo? E non che non potevamo!

(p.s.)

Ecco come si presenta questa coppia di...scoppiati nelle parole dello stesso Albert Dogs: insieme a me corre un mio amico, Fabio Porzionato. Da qui il nome del team, Cani&Porzi. Che può anche essere letto in questo senso: se corriamo noi, possono correre davvero tutti! :D 

Il nome del team è idea di Fabio, il creativo del resto è lui: ha disegnato anche il nostro logo, che è una lumaca - altro chiaro riferimento alle nostre prestazioni - la cui "casetta" è un casco.

Altra cosa carina è che siamo entrambi motociclisti da pochissimo, tutti e due abbiamo preso la patente nel 2017 (non insieme, ci siamo conosciuti nel 2019), e tutti e due abbiamo messo per la prima volta le ruote in pista soltanto nel 2018. Insomma, davvero l'altro ieri...

Siamo entrambi guzzisti, io ho una V85 TT, lui una V7 III Racer... e ora possiamo dire di esserlo anche da piloti!

Rappresentiamo perfettamente quello che è lo spirito del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance, un campionato adatto davvero a tutti grazie a una moto divertente ma non estrema, che non costituisce perciò una forte "barriera all'ingresso" per i motociclisti che hanno poca esperienza e che probabilmente mai avrebbero pensato nella loro vita di correre un vero campionato in moto :D

Correremo con la V7 III Trofeo, protagonista dei primi 3 anni del Trofeo, che potrà essere utilizzata ancora per quest'anno insieme alla nuova V7 Trofeo, con motore 850. Le V7 750 e 850 correranno insieme (sono iscritti al Trofeo 2022 più di 30 equipaggi), ma con classifiche, di gara e di campionato, separate.

Saremo seguiti in pista dai fratelli Guareschi, anima insostituibile di questo Trofeo. Sapere che ci sono loro nel box, sempre pronti a dare una mano o un consiglio, ha senza dubbio contribuito tantissimo a convincerci a correre.

Che altro? Cosa faccio e che sono un vecchio del '79 lo sai :D Fabio invece è dell'86, è di Suzzara e lavora per una acciaieria austriaca di acciaio speciale, dove si occupa di vendite nei settori motorsport, aerospace e additive manufacturing.

 La figata è che quest'anno si corre anche al Mugello, e a Misano la gara del sabato si corre in notturna.

Qualche notizia sul Trofeo:

Con l’apertura delle iscrizioni scatta ufficialmente il Moto Guzzi Fast Endurance 2022: giunto alla quarta edizione, il Trofeo monomarca dell’aquila si appresta a vivere una stagione ancora più divertente e coinvolgente per tutte le coppie di piloti al via, grazie al debutto in pista della nuova e più performante Moto Guzzi V7 e a un calendario inedito che include i più affascinanti e spettacolari circuiti italiani: Vallelunga, Cremona, Mugello e Misano, teatro di sei spettacolari gare “Fast Endurance”.

Sin da ora e fino al prossimo 11 aprile è possibile iscriversi all’intero campionato al costo agevolato di 1500 Euro a Team (equivalenti perciò a 125 Euro a pilota per ogni gara). A partire dall’11 aprile e fino a due settimane prima dello svolgimento della gara sarà possibile iscriversi ai singoli appuntamenti.

Per partecipare al Trofeo è necessario essere tesserati FMI ed essere in possesso della licenza agonistica di tipo Velocità (o Fuoristrada con Estensione Velocità); l’iscrizione può essere effettuata compilando l’apposito modulo disponibile al seguente link.

Al momento dell’iscrizione l’equipaggio potrà scegliere il nome da attribuire al proprio Team e il numero di gara. Per qualsiasi tipo di informazione relativamente a tesseramento, richiesta della licenza e iscrizione al Trofeo è possibile contattare l’indirizzo e-mail [email protected].

Esordio in pista per la nuova Moto Guzzi V7 con Kit Racing GCorse

Lanciata sul mercato all’inizio del 2021, la nuova Moto Guzzi V7 si è subito confermata una delle moto più apprezzate dal pubblico, tanto da risultare una delle moto più vendute in Italia. L’ultima generazione della best seller di Mandello - equipaggiata con il nuovo bicilindrico da 850 cc e rinnovata anche nella ciclistica - sarà la protagonista del Trofeo 2022, promettendo ancora più prestazioni e ancora più divertimento per tutti i partecipanti.

L’allestimento che trasforma la nuova Moto Guzzi V7 nella versione da competizione - obbligatorio per partecipare e ovviamente uguale per tutti, così da garantire il massimo equilibrio e divertimento - nasce come sempre dalle sapienti mani dei fratelli Guareschi, storici preparatori Moto Guzzi, che hanno realizzato il Kit Racing GCorse dedicato alla nuova V7 sfruttando la preziosa esperienza raccolta nelle prime tre edizioni del monomarca.

Il risultato è una moto ancora più veloce e performante, con migliori qualità ciclistiche che la rendono più stabile e precisa. Crescono così le prestazioni e il divertimento in pista, ma rimangono inalterate le caratteristiche che hanno decretato il successo del Moto Guzzi Fast Endurance consentendo a tutti di approcciarsi alle competizioni: la nuova V7 “Trofeo” è sempre facile, accessibile e adatta a tutti i motociclisti.

Oltre a dispositivi di sicurezza tra cui ad esempio sottocoppa e protezione della leva del freno anteriore, il Kit comprende un pacchetto di modifiche funzionali ed estetiche. Tra queste il cupolino, semi manubri, impianto di scarico completo, pedane rialzate, sella monoposto e parafango posteriore, tabelle porta numero, kit cartucce sospensioni anteriori e ammortizzatori posteriori. Completano l’equipaggiamento una specifica mappatura della centralina motore e un disco freno anteriore maggiorato, abbinato a pastiglie freno dedicate. A ciò si aggiungono ovviamente anche i particolari necessari per affrontare la spettacolare gara in notturna, nella fattispecie un cupolino con l’alloggiamento per il faro e una luce posteriore supplementare.

Il costo del kit completo, acquistabile rivolgendosi alla concessionaria Guareschi Moto, è di 4.500 Euro (più IVA). L’installazione del kit può essere eseguita in autonomia oppure gestita direttamente da Guareschi Moto.

Per qualsiasi informazione relativa al Kit Racing GCorse è possibile contattare l’indirizzo e-mail [email protected].

A tutti i team che effettueranno l’iscrizione al Trofeo, Moto Guzzi praticherà uno speciale sconto di 500 Euro sull’acquisto di una nuova Moto Guzzi V7 Stone.

Al via anche le collaudate V7 III, con una classifica dedicata

Nell’edizione 2022 sarà ancora possibile schierarsi al via con la collaudatissima versione “racing” della Moto Guzzi V7 III, protagonista del primo triennio del monomarca e capace di stupire per la sua agilità, velocità e affidabilità.

Una alternativa ancora più facile e accessibile per chi desidera iniziare a divertirsi tra i cordoli o per chi vuole sfruttare ancora per un altro anno l’investimento compiuto nelle stagioni precedenti. Chi è già in possesso di una Moto Guzzi V7 III con Kit Racing GCorse dovrà soltanto adeguare la moto con un kit aggiornamento 2022, disponibile al prezzo di 500 Euro più IVA, oppure 350 Euro più IVA nel caso in cui disponga già dei particolari necessari per la gara in notturna, resi disponibili già nel 2020.

Gli equipaggi in sella alla “sette e mezzo” di Mandello correranno insieme a tutti gli altri, ma ad essi sarà dedicata una classifica, di gara e di campionato, separata.

È infine confermata anche nel 2022 la preziosa collaborazione con Pirelli, fornitore unico del Trofeo. Tutte le V7 al via calzeranno gomme Pirelli Phantom Sportscomp RS, coperture racing sviluppate appositamente per la Moto Guzzi V7 e rivelatesi performanti in ogni condizione.

In gara sui tracciati più affascinanti d’Italia: entra in calendario il Mugello, a Misano si corre anche in notturna

L’esordio in pista della nuova Moto Guzzi V7 non è l’unica importante novità del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance 2022: dopo un triennio in continua crescita - culminato con il riconoscimento del prestigioso titolo di Coppa Europea FIM Europe, assegnato proprio nell’anno del Centenario Moto Guzzi - il monomarca dell’Aquila è pronto a un altro significativo salto di qualità, facendo tappa su quattro tra i circuiti più belli e affascinanti d’Italia, con le “new entry” rappresentate dal Cremona Circuit e dai fantastici saliscendi del Mugello, il tempio della velocità per ogni appassionato motociclista.

Sei le gare “mini endurance” in calendario, con partenza da Vallelunga il 14 e 15 maggio, dove si correranno due gare, della durata di 60 minuti. Seguiranno il Cremona Circuit (17 luglio, 90 minuti) e il Mugello (28 agosto, 75 minuti), prima del gran finale, previsto a Misano il 15 e 16 ottobre. La prima gara in riva all’Adriatico scatterà il sabato sera e si correrà in notturna con la luce dei riflettori - e dei fari delle V7, montati soltanto in questa particolare occasione - a illuminare la pista.

Una novità che renderà l’edizione 2022 del Trofeo ancora più esclusiva, dando la possibilità a tutti i partecipanti di assaporare un’altra forte emozione solitamente riservata a pochissimi fortunati piloti: correre di notte. A Misano la gara in notturna si svolgerà sulla durata di 90 minuti, mentre la “mini endurance” della domenica sarà di 60 minuti.

Amicizia, passione, divertimento: le corse secondo Moto Guzzi

Partecipare al Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance è il modo più divertente per scoprire il lato sportivo e assaporare il grande senso di appartenenza generato dal marchio Moto Guzzi: in pieno stile “guzzista”, il format dei weekend di gara vede l’inserimento del confronto agonistico in un’atmosfera di grande coinvolgimento. Un fine settimana da vivere coltivando i sentimenti di amicizia e condivisione, che da sempre caratterizzano lo sport più sano e ne rappresentano il significato più profondo. Il format di gara e la scelta della Moto Guzzi V7 rendono il Moto Guzzi Fast Endurance perfetto per il divertimento di tutti, dal neofita della pista all’appassionato più smaliziato.

Ogni fine settimana di gara prevede due turni di prove cronometrate, entrambi della durata di 20 minuti per ciascun pilota. La media dei migliori rilievi cronometrici ottenuti dai due piloti dell’equipaggio determinerà la posizione di partenza di ciascun team nello schieramento della gara o di entrambe le gare, nel caso di weekend con gara doppia.

Un evidente richiamo alle leggendarie corse endurance di un tempo risiede proprio nella partenza della gara, che avviene in stile “Le Mans”, ovvero con le moto allineate su un lato della pista e i piloti che allo start attraversano di corsa il nastro d’asfalto per salire in sella e partire.

In corsa, ciascun pilota non può guidare per più di 15 minuti (più 5 minuti di tempo per rientrare ai box dall’esposizione dell’apposito cartello “cambio”): ciò significa che la gara è movimentata da almeno tre o cinque cambi pilota in corsia box, a seconda che sia prevista sulla durata di 60, 75 o 90 minuti. Il rifornimento non è consentito. Al termine della gara verranno assegnati punteggi ai primi 15 team classificati.

Per rimanere aggiornati su tutte le novità e sulle modalità di partecipazione al Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance 2022 è sufficiente consultare le pagine web www.motoguzzi.com e il sito della Federazione Motociclistica Italiana, www.federmoto.it.

Articoli che potrebbero interessarti