Tu sei qui

SBK, Pirro: "Vittoria per mia madre, adesso posso pensare alla MotoGP"

"Correrò due wild card a Mugello e Barcellona, ci tenevo a fare gli auguri a mia madre". Delbianco: "Ho spinto come se fosse una qualifica pur di restare in scia a Pirro". Canepa: "Lontani dalla vittoria e dalle prestazioni di Misano"

SBK: Pirro: "Vittoria per mia madre, adesso posso pensare alla MotoGP"

Share


Pole position, doppietta in Gara 1 e Gara 2 (dal sapore speciale) e leadership di campionato. Un week-end semplicemente perfetto per Michele Pirro in occasione del secondo appuntamento stagionale del CIV Superbike all'Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, che in un sol colpo ha saputo recuperare il passo falso commesso nella manche d'apertura del 2022 al Misano World Circuit Marco Simoncelli, raggiungendo quota 54 successi su 79 presenze al via. La corsa verso il sesto titolo in carriera nella classe regina nazionale sembra essere in rampa di lancio...

"Sono contento perché questo week-end non abbiamo potuto svolgere molte sessioni in condizioni ottimali, anche quest'oggi alla Roma era presente dello sporco per la caduta di qualche pilota. Le Dunlop sono gomme ancora da scoprire, quindi sto cercando di accumulare sempre maggiore conoscenza del loro comportamento. Nel finale ho visto che potevo guadagnare sugli inseguitori e per fortuna ci sono riuscito. Adesso quindi potrò pensare alle prossime due gare in MotoGP, correrò infatti da wild card a Mugello e Barcellona. Dedico la vittoria a mia madre, non la vedo spesso e ci tenevo a farle gli auguri. Mi sarebbe piaciuto farglieli di persona, ma spero che le arrivino lo stesso", ha detto il tester Ducati.

Delbianco: "Ho spinto come in qualifica"

Alessandro Delbianco in azione sulla RSV4 di Nuova M2 Racing

Troppo superiore sulla lunga distanza il binomio composto da Michele Pirro e Barni Spark Racing Team, ma quantomeno Alessandro Delbianco ha il merito di averci provato a insidiarlo. Come spesso gli è capitato nel recente passato, il neo-portacolori Nuova M2 Racing è rimasto sugli scarichi della Panigale V4-R #51 per buona parte della corsa, salvo poi alzare bandiera bianca nel finale, tagliando il traguardo al secondo posto a distanza di 7 secondi.

"Sono felice per il passo in avanti che abbiamo compiuto tra ieri e oggi con la moto. In Gara 1 abbiamo accusato un notevole svantaggio da Pirro, oggi un po' di meno, però dovuto al fatto che non ne avevo più fisicamente. Pur di restare nella sua scia, ho spinto ogni giro al 100% come se fosse una qualifica. Ho provato inizialmente a gestire la situazione, ma senza successo. Devo capire se e cosa poter cambiare in vista dei prossimi round per ricucire il gap, ovviamente mi dispiace non essermi potuto giocare le mie carte", ha ammesso il 24enne.

Canepa: "Lontani dalle prestazioni di Misano"

Niccolò Canepa alla guida della Yamaha M1 del Keope Motor Team

In stato di grazia nel round d'apertura, Niccolò Canepa e Keope Motor Team hanno vissuto all'opposto un fine settimana tutt'altro che felice. Non tanto in termini di risultati (due piazzamenti a podio sull'impianto di Campagnano), bensì di performance. Reduce dal secondo posto alla 24H di Le Mans con Yamaha Yart, il genovese stavolta non è apparso mai in grado di ambire al colpo grosso, perdendo persino la vetta della generale (anche se è bene ricordare che prenderà parte soltanto a metà stagione).

"Ho cercato di fare il massimo, purtroppo siamo lontani dal nostro obbiettivo, specie se in confronto alle prestazioni di Misano dove ci siamo giocati la vittoria in entrambe le gare. Qui a Vallelunga non siamo riusciti a trovare la quadra, probabilmente anche per via delle bizze del meteo nel corso delle prove. Dobbiamo cercare di capire cosa è andato storto, nella speranza di tornare in forma al Mugello", ha detto il tester/riders coach Yamaha.

Photo credit: daniguazzetti.com

Articoli che potrebbero interessarti