Tu sei qui

SBK, Dal Mondiale sfumato a leader nel CIV SSP: la redenzione di Valtulini

Dopo una difficile stagione in pista, Stefano Valtulini si è rilanciato alla grande tornando alla vittoria nel CIV SuperSport a distanza di quattro anni. Con Gomma Racing il sogno titolo non è utopia

SBK: Dal Mondiale sfumato a leader nel CIV SSP: la redenzione di Valtulini

Share


Chi passa dalle stelle alle stalle, chi dal punto più basso della propria vita riesce a risollevarsi e riscattarsi, inevitabilmente ci consegna una storia da raccontare. Le cosiddette “redemption” che creano empatia con il pubblico. Numerosi sono i casi del genere nel motociclismo, ivi compreso nel domestico Campionato Italiano Velocità, che quest’anno racchiude gli elementi necessari per un racconto di redenzione nel profilo di Stefano Valtulini. Alterne fortune in Moto3, per poi individuare nella SuperSport la dimensione ideale. Sfumato l’approdo nella serie iridata, in aggiunta a un deludente 2021, il 2022 con Gomma Racing rappresenta pertanto un’ultima chiamata che non vuole farsi sfuggire, come testimoniato dal ritrovato successo nel round inaugurale di Misano.

Salto più lungo della gamba

Formatosi in minimoto, MiniGP e Red Bull Rookies Cup, nella parte iniziale della carriera l’originario di Calcinate si è fatto l’intera trafila in Moto3, dapprima nel CIV e successivamente nel CEV, mostrando buoni sprazzi velocistici. Catapultato dal 3570 Team Italia nel Mondiale di categoria, nella singola annata 2016 però non riesce mai ad esprimere il suo reale potenziale alla guida della Mahindra, con appena tre punticini all’attivo. Un passaggio probabilmente fin troppo prematuro per l’allora 20enne che, per ovvie ragioni, finisce per condizionare negativamente il suo curriculum, restando a spasso.

Ritorno al CIV

Valtulini decide di ripartire dalle proprie origini, scommettendo sul GP Project Team per il CIV SSP 2017. Malgrado le attenuanti, non sfigura affatto all’esordio sulla Ninja ZX-6R, salendo sul podio sui saliscendi bagnati del Mugello. Si tratta dell’anticamera della definitiva realizzazione sul piano sportivo: da nuovo portacolori Pleo Racing, nel 2018 inanella tre vittorie consecutive (condite tuttavia da qualche ritiro di troppo) e cattura gli occhi degli addetti ai lavori nella wild card mondiale a Misano, lottando a viso aperto in gara per il quarto posto prima di ritirarsi per una scivolata. Nel successivo biennio avvia invece il sodalizio con Black Flag Motorsport, culminato con il terzo posto nella generale al termine del 2020 minato dallo scoppio della pandemia.

Mondiale sfumato

In avvicinamento al 2021 si intensificano gioco-forza le voci riguardanti un possibile approdo in pianta stabile al World SuperSport, con il suo nome presente sul taccuino di alcuni top team. Quel che poteva essere un percorso naturale, in grado di aprirgli potenziali spiragli di gloria, alla fine si trasforma in un sostanziale nulla di fatto. Senza moto, Valtulini ripiega ancora sul CIV SuperSport, questa volta con la Yamaha R6 di Rosso Corsa. Qualcosa però non va: prestazioni altalenanti, perennemente costretto a inseguire, giusto un paio di quarti posti quali piazzamenti di rilievo e il peggior risultato di sempre in campionato (9°).

Chance Gomma Racing

Stefano Valtulini #43 ingarellato con Roberto Mercandelli #93 e Massimo Roccoli #55 a Misano

Poco male perché per la stagione 2022 firma con Gomma Racing, struttura d’eccellenza che nel biennio 2019-20 ha monopolizzato la scena nel CIV SSP rispettivamente con Lorenzo Gabellini e Luca Bernardi, riuscendo a recuperare prontamente il sorriso: in sella a una Yamaha R6 in configurazione Mondiale, nel primo round Valtulini si assicura la vittoria in Gara 1 al fotofinish dopo 4 anni d’attesa e il 2° posto in Gara 2, che gli valgono la leadership nella classifica Next Generation. In sole due gare totalizza più della metà dei punti conseguiti l’anno passato (45 vs 84), a dimostrazione di come il problema non fosse il “manico”. Una ritrovata competitività che dovrà massimizzare in pista anche questo week-end a Vallelunga per concretizzare ulteriormente la sua redemption…. con un Valtulini così il sogno titolo non è semplice utopia!

Photo credit: daniguazzetti.com

Articoli che potrebbero interessarti