Tu sei qui

MotoGP, Miller: ”ventidue giri a tenere dietro Marquez sono stati stressanti”

"Marc aveva qualcosa in più di me, ma non riusciva a passarmi. Poi Aleix ha sfruttato il nostro errore. Non mi aspettavo il sorpasso di Marquez all’ultimo giro e quando è avvenuto, ho provato a rispondere"

MotoGP: Miller: ”ventidue giri a tenere dietro Marquez sono stati stressanti”

Share


di Mattia Caimi

Jack oggi ha lottato per il podio, impegnato a tenere dietro un tenace Marc Marquez, che gli ha soffiato la posizione all’ultimo giro. L’australiano ha guidato il gruppo degli inseguitori per buona parte della gara fino a che un errore, suo e di Marc, ha lasciato strada libera ad Aleix Espargaro che non si è fatto sfuggire l’occasione di piazzare la sua Aprilia sul podio

"Ho spinto dall’inizio ma i due davanti erano imprendibili. Ero abbastanza a posto, anche se ho faticato molto per tutto il GP in curva 5 a tenere la traiettoria. Io e Marc penso che avessimo lo stesso problema con l’anteriore, che ha sofferto per le alte temperature, siamo stati vicini tutta la gara. Lui aveva qualcosa in più di me, ma non riusciva a passarmi. Poi Aleix ha sfruttato il nostro errore. Non mi aspettavo il sorpasso di Marquez all’ultimo giro e quando è avvenuto, ho provato a rispondere. Ho provato a fare del mio meglio. Diciamo che ventuno giri a tenere dietro Marc Marquez sono abbastanza stressanti.”

Ti sembra che Marquez guidi questa moto in modo differente rispetto a quella dello scorso anno?
“É difficile da dire. Non gli sono stato dietro per molto tempo e non ho avuto modo di vederlo troppo. Sembra che abbia una buona confidenza, ho fatto cinque curve dietro di lui, l’ho visto fare il salvataggio. Comunque non a sufficienza per dare un vero giudizio”.

Pecco ha detto di avere trovato la direzione giusta con questa moto, sei nella stessa situazione?
“Io ho lottato per salire sul podio oggi, non per vincere. La moto è cambiata, certo ed è positivo, ci stiamo evolvendo, cercando di sfruttare al massimo i lati positivi, minimizzando quelli negativi. Pensare che tutto vada come l’anno scorso non ha senso, la moto si sta evolvendo e oggi il passo è stato incredibile.”

 

 

Articoli che potrebbero interessarti