Tu sei qui

Moto3, Hasta la victoria! A Jerez Guevara c'è con un sorpasso capolavoro

Izan ha avuto la meglio all'ultima curva su Garcia e Masia, sorpassandoli all'esterno. Gara disastrosa per Foggia, fuori dalla zona punti. Bertelle 11° è il migliore degli italiani

Moto3: Hasta la victoria! A Jerez Guevara c'è con un sorpasso capolavoro

Share


Il circuito di Jerez è impazzito per la vittoria di Izan Guevara e per un podio tutto spagnolo. Il pilota di Aspar ha vinto la sua seconda gara in carriera dopo un sorpasso straordinario all’esterno all’ultima curva, in cui ha avuto la meglio sul compagno di squadra Sergio Garcia e Jaume Masia.

Guevara è stata semplicemente impeccabile, meritandosi pienamente il successo con una manovra impeccabile. Anche Garcia non può lamentarsi della seconda piazza, considerando che il suo rivale più diretto in classifica, Dennis Foggia, non ha preso punti.

È stata una gara disastrosa per gli italiani: Riccardo Rossi, l’unico nel gruppo di testa è caduto, Andre Migno ha tagliato il traguardo 14° davanti a Nepa, Foggia addirittura 18°. L’unico sorriso l’ha regalato il debuttante Matteo Bertellle, 11° sul traguardo.

Per quanto riguarda il campionato: Garcia è al comando con 103 punti, 82 quelli di Foggia, mentre Guevara è 3° a quota 73.

LA GARA  - Garcia e Guevara si mettono immediatamente al comando, con Foggia all sue spalle. Dennis però fatica e viene superato prima da Masia e poi da Moreira.

Sasaki, Tatay e Riu partono dalle ultime posizioni e dovranno scontare un Long Lap Penalty per avere disturbato altri piloti in qualifica.

Al secondo giro su mette al comando Guevara, mentre Foggia per de posizioni: è 8° davanti a Migno. Rossi è 5° quanto fa il Long Lap, rientra 11° dopo la penalità.

Al 3° giro cade Tatay seconda curva. Intanto i primi 4 piloti sono scappati e hanno quasi 2 secondi di vantaggio da Oncu, il più vicino inseguitore. Rossi recupera velocemente ed è in scia a Foggia. Kelso si ritira.

Al 5° giro Masia si mette in testa, Oncu, con Artigas alle sue spalle, cerca di riportarsi sul gruppo di testa. Rossi è 7° davanti a Holgado e Foggia. Sasaki, partito 26°, è 10° davanti a Foggia.

Al 6° giro cade Suzuki alla curva 11.

Grazie alle scaramucce nel gruppo di testa, al 7° giro Oncu e Artigas chiudono il gap sul gruppo di testa. Rossi è a 2 secondi da loro.

I piloti nel gruppo di testa continuano a girare molto lento con Masia che continua a rallentare il ritmo, Rossi è a meno di un secondo da loro quando mancano 13 giri alla fine. C’è anche Sasaki fra i primi.

A metà gara il gruppo di testa è formato da 9 piloti: Guevara, Garcia, Oncu, Masia, Artigas, Moreira, Sasaki, Holgado e Rossi.

A 8 giri della fine cade Riccardo Rossi.

A 5 giri dalla fine sono 6 i piloti a giocarsi il podio: Masia, Guevara, Garcia, Oncu, Artigas e Sasaki.

Foggia continua a faticare, a 4 giri dalla fine è 19°.

Oncu inizia al comando l’ultimo giro, il turco viene superato da Masia ma risponde. La gara si decide all’ultima curva  con Guevara che fa un sorpasso capolavoro superando all’esterno Garcia e Masia.

Articoli che potrebbero interessarti