Tu sei qui

MotoGP, Bezzecchi: "Figo con Valentino nel box. Dice che rischio troppo, ha ragione"

Marco ha festeggiato il 6° posto in qualifica con il suo 'capo': "se domani arriverà nei primi 10 sarà fantastico, ma non so cosa aspettarmi"

MotoGP: Bezzecchi: "Figo con Valentino nel box. Dice che rischio troppo, ha ragione"

Share


A Portimao si aspettavano le Ducati di Bastianini e Bagnaia in prima posizione, invece ci sarà quella di Bezzecchi. Il pilota del team VR46 partirà dalla seconda fila ed è un bel regalo al suo ‘capo’ Valentino Rossi, per la prima volta in visita nel box. Marco non sono si è fatto valere sul bagnato, ma soprattutto nei 15 minuti decisivi della qualifica, i primi in cui i piloti hanno potuto pneumatici slick nel fine settimana di Portimao.

Sapevo di potere essere veloce in condizioni di asfalto umido perché lo sono sempre stato anche nelle altrie classi, anche se non sapevo quanto. Il 6° posto è più di quanto mi sarei aspettato. Non so perché sia così competitivo, forse perché in quelle condizioni devi prendere dei rischi e io sono bravo a farlo scherza il Bez.

Avere il ‘capo’ al tuo fianco ha aiutato?
È sempre bello avere Vale, è stato molto tempo con noi ed è andato anche a bordo pista a vederci guidare.  Quando è in giro per il paddock deve travestirsi come un ladro, ma nel box è rilassato. Mi ha detto che vado bene, anche se a volte prendo qualche rischio di troppo, e ha ragione. È figo averlo, ha un modo di spiegare le cose molto particolare”.

È stata una giornata completamente positiva?
Sono veramente felice di oggi. Lo ero già questa mattina, prima della caduta, ma fatico ancora a trovare il limite sul bagnato e sono entrato in curva un po’ troppo veloce. È stato un errore più grave rispetto a quello di ieri perché non c’era bisogno di spingere così tanto, non serviva, ho voluto di più e sono andato in terra. La prendo come una lezione per il futuro”.

Non eri mai partito così davanti in MotoGP.
“Innanzitutto significa che dovrò fare una buona partenza, cosa che in gara non mi è mai venuta. Partire davanti aiuta per non trovarsi nel casino, ma dovremo lavorare bene domani mattina per avere un bel passo. In caso contrario è facile andare presto indietro, nei primi giri sono tutti molto competitivi”.

Hai un obiettivo nella testa?
Non so ancora cosa aspettarmi, abbiamo girato poco sull’asciutto, sarà dura anche domani mattina capire cosa potrò fare sulla distanza. Alla fine il mio obiettivo è sempre lo stesso, cercare di portare a casa qualche punto e fare esperienza. La piste in cui sono riuscito ad avere un buon passo sono state quelle in cui eravamo riusciti a lavorare molto, avendo poca esperienza è più complicato. Questa pista, guardando i dati dell’anno scorso, non sembra usurare troppe le gomme, quindi si potrà spingere dall’inizio alla fine. Posso cercare di essere veloce”.

Mettiamola così: domani sera sarai felice se…
Finire nei 10 sarebbe fantastico, dal 10° al 15° molto buono, sotto il 15°… cerchiamo di non buttare via niente

Le gomme sono una grande incognita?
Guardando i dati della gara dello scorso anno, la scelta più sicura sarebbe la media al posteriore. La morbida già oggi, dopo pochi giri, aveva un calo. Per l’anteriore dipenderà molto dalle temperature, se saranno basse la morbida è la migliore ma si muove molto. Dovremo aspettare il warm up e poi decidere”.

Articoli che potrebbero interessarti