Tu sei qui

MotoGP, A.Espargarò: "Il futuro con Aprilia? Non ho novità, devo solo essere veloce"

"Oggi le condizioni erano difficilissime, è stato un bene evitare la Q1 che è stata durissima per chi l'ha fatta. Se sono in lizza per il mondiale, vuol dire che l'Aprilia è veloce e mi fa piacere che sia così"

MotoGP: A.Espargarò: "Il futuro con Aprilia? Non ho novità, devo solo essere veloce"

Share


Aleix Espargarò non ha mai apprezzato particolarmente la pioggia ed infatti il suo venerdì a Portimao non è stato affatto brillante. Un ottimo giro in FP3 gli ha però consentito di agguantare la Q2 e di sfruttare al meglio le condizioni di una pista che in quel momento si stava progressivamente asciugando.

Con un’ottima gestione della sessione, Aleix ha sfruttato tutta la Q2 per migliorare giro dopo giro fino a conquistare la prima fila con la sua Aprilia, con un terzo posto in griglia che vale moltissimo per lo spagnolo e la Casa di Noale. La RS-GP ha un grandissimo potenziale e domani in gara Espargarò potrebbe ambire senza problemi a lottare per il podio. 

“Sono molto felice, è stato un fine settimana difficile - ha detto Aleix in conferenza - Quando mi sono svegliato stamattina ho pensato che sarebbe stata una giornata molto difficile, ero fuori dalla top ten e sapevo che sarebbe stata dura. Alla fine sono riuscito ad entrare in Q2 e questo è stato importantissimo. La Q1 è stata senza dubbio la sessione più difficile di tutte per i piloti, non avevo dati. Io mi sento molto bene e forte. I primi re o quattro giri saranno difficili, non si deve cadere nel tranello di commettere errori per poi migliorare giro dopo giro. Mi sento forte sull’asciutto e sarà molto importante partire in prima fila domani, sarà più facile per noi e non dovrebbe piovere”. 

I tuoi rivali in classifica nel mondiale domani scatteranno lontano. Potresti riprenderti la leadership di classifica domani. 
“Adesso non è fondamentale essere davanti in campionato, ma di certo mi piace essere davanti e lottare per il podio. Enea ed Alex partono dietro, ma so che domani sarà una gara difficile. Magari loro avranno una gara più difficile della mia, ma ricordiamoci che Mir è vicino ed anche Quartararo lo è. E’ presto per pensare a questo, ma è bello ricevere questa domanda perché se alla sesta gara della stagione ho una chance di trovarmi davanti in campionato vuol dire che siamo veloci”. 

Pensi che l'esperienza ti abbia aiutato oggi?
“L’esperienza serve sempre. Oggi sarebbe stato facile fare un errore. In condizioni come queste devi stare tranquillo, migliorare un po’ per volta. Sono vecchio, ma vado ancora forte!”.

Sembra che tu e l'Aprilia possiate lottare costantemente al top. Non hai più dubbi sulla competitività del pacchetto?
“Non ho dubbi sul fatto di poter stare davanti. Non ne avevo prima, non ne ho adesso. Molti piloti dicono che il mondiale inizia in Europa, ma per me scatta in Qatar! Sono stato veloce dovunque e per me la migliore conferma è arrivata ad Austin, dove ho chiuso 11° ma a soli 11 secondi dal vincitore. Per me è stata come una vittoria, perché io sono sempre lento lì. Poi anche oggi ho avuto belle conferme, ho portato la moto in prima fila. Mi piace come funziona la RS-GP, la conosco bene e so come sfruttare i suoi punti forti. Penso di potermi divertire”.

Forse le condizioni meteo, con poco grip sulla pista, ti hanno favorito?
“Non credo che il poco grip ci abbia aiutato. La nostra moto è veloce ovunque, a me non serve stravolgere l’assetto della moto per essere veloce, non cambio molte cose. L’anno scorso ho finito in tp ten qui e a Jerez, quindi penso che quest’anno sia possibile lottare per il podio in entrambe le gare perché la moto è chiaramente migliore”. 

Non hai pensato di rientrare ai box e mettere gomme nuove in qualifica per puntare alla pole?
“Per me era chiaro cosa fare oggi. Sapevo che la strategia migliore era restare in pista molto tempo e capire al meglio tutto. Le gomme potevano durare per 6 o 7 giri, quindi si trattava di capire solo bene la pista giro dopo giro”.

Hai novità sul futuro, resti in Aprilia?
​​​​​​​“Mi piacerebbe avere notizie, ma non le ho. Devo solo cercare di essere veloce sempre”.​​​​​​​

Articoli che potrebbero interessarti