Tu sei qui

SBK, Rea: “Toprak e Bautista? Sarà una lotta fino all'ultimo giro"

“Stamani non riuscivo a guidare la Kawasaki come sono abituato ad Assen. Al pomeriggio abbiamo migliorato. La direzione è chiara, ma l’ultima chicane è terribile”.

SBK: Rea: “Toprak e Bautista? Sarà una lotta fino all'ultimo giro"

Share


È quello che ha vinto più di tutti ad Assen e di conseguenza non intende fermarsi. Johnny Rea e la Kawasaki hanno affilato le armi in questo venerdì con l’intento di ristabilire le gerarchie sabato in Gara 1.

Nelle libere il Cannibale ha faticato al mattino, mentre al pomeriggio è riuscito a ritrovare la retta via, chiudendo alle spalle della Ducati di Bautista.

“Stamani ho faticato leggermente – ha esordito – siamo partiti con l’assetto di Aragon e  abbiamo lavorato sulle geometrie e la posizione in sella, in modo da trovare il giusto compromesso. Purtroppo, nel corso della FP1, non riuscivo a guidare la Kawasaki come sono abituato ad Assen , sfruttando quella che è la scorrevolezza.

In FP2 il Cannibale è riuscito a voltare pagina.

“Al pomeriggio le cose sono cambiate, infatti ho iniziato ad avere ritmo e ci siamo focalizzati sulle gomme. La direzione da prendere è chiara, anche se abbiamo perso un po’ troppo tempo in FP1 per lavorare sulla Kawasaki”.

Lo sguardo è quindi rivolto al sabato.

“Sono convinto che Alvaro e Toprak saranno lì a giocarsi la vittoria domani, fino all'ultimo giro. Le condizioni qua sono più fresche, di conseguenza dovremo capire bene come comportarci. L’ultima chicane? Oggi le sensazioni erano terribili, dobbiamo lavorare per migliorare. Personalmente sono dell’idea che tutti abbiamo lo stesso ritmo e non sarà facile scappare”.

Articoli che potrebbero interessarti