Tu sei qui

MotoGP, Bastianini: "rimanere in testa al mondiale a Portimao non sarà facile"

"Sembra che ci saranno condizioni strane, molto vento e forse pioggia, ma in Indonesia ho fatto un passo in avanti con il bagnato. Non mi sarei mai aspettato a inizio anno di arrivare qui leader del mondiale"

MotoGP: Bastianini: "rimanere in testa al mondiale a Portimao non sarà facile"

Share


Enea Bastianini ha corso appena due volte sulle montagne russe di Portimao, ma sempre con ottimi risultati: lo scorso anno fu 9º al termine di una bella rimonta (16º in qualifica), mentre nel 2020 centrò la top5 che gli valse il titolo di Campione del Mondo Moto2.

“E’ una sensazione fantastica arrivare a Portimao, dove ho vinto il titolo della Moto2 nel 2020, da leader della MotoGP. Abbiamo fatto solo quattro gare, ma è tutto molto bello, per me e per il team. Ora mi devo resettate, le gare in Europa sono sempre diverse e le moto tutte vicinissime e anche noi piloti. Stare davanti sarà difficilissimo, ma mi sento motivato”.

Portimao è un circuito particolare.

“Portimao è una pista molto bella, molto tecnica, con tanti saliscendi è…diciamo, gustosa! Veniamo da una gara sicuramente buonissima ad Austin dove siamo riusciti a essere veloci da subito tutto il weekend, e poi la vittoria finale è stata la ciliegina sulla torta. Non abbiamo altro da fare che rimanere concentrati, lavorare in sintonia come è stato fino adesso e divertirci che poi è la cosa principale. Per quanto riguarda Jerez invece è una pista nella quale sono sicuro che saranno veloci in molti perché comunque ci abbiamo già fatto i test e i distacchi saranno ancora più ridotti. Però è un’altra pista che mi piace e dove possiamo fare bene quindi vedremo”.

C’è molta incertezza per le condizioni atmosferiche.

“Sembra che ci saranno condizioni strane, molto vento e forse pioggia, ma in Indonesia ho fatto un passo in avanti con il bagnato. Penso che Bagnaia qui sarà veloce e potrò guardare suoi dati, ma voglio partire da zero e vedremo cosa succederà. Non mi sarei mai aspettato a inizio anno di arrivare qui leader del mondiale, credevo di poter stare davanti, ma ho già vinto due Gran Premi e Austin è stata la migliore delle due, era un mio sogno vincere lì. Ora però bisognerà mantenere questa posizione e non sarà facile”.

Articoli che potrebbero interessarti