Tu sei qui

SBK, La Women’s European Cup sbarca in Spagna: doppio round a Valencia

Nel week-end la Women’s European Cup approda per la prima volta in Spagna, a Valencia, per il secondo round stagionale. Due gare all’insegna dell’incertezza con Jessica Howden leader di campionato

SBK: La Women’s European Cup sbarca in Spagna: doppio round a Valencia

Share


L’attesa è terminata, la Women’s European Cup sbarca ufficialmente in Spagna. A tre settimane di distanza dall’apertura (bagnata) della stagione 2022 in quel di Misano, nel week-end alle porte la WEC farà infatti tappa al Circuito Ricardo Tormo di Valencia in concomitanza con il Campeonato de España de Superbike (ESBK). Un appuntamento storico per la realtà riservata alle donne sempre più dall’ampio respiro malgrado i soli tre anni di attività, il secondo in ordine di tempo al di fuori dei confini nazionali e dal contesto del Campionato Italiano Velocità dopo Rijeka nel 2021. Due le gare in programma tra sabato e domenica all’insegna dell’incertezza, sulla carta in grado di esaltare le 19 pilote partenti, a cominciare dall’indiscussa protagonista del primo round: Jessica Howden.

Howden leader

Alla luce dei verdetti espressi al Misano World Circuit Marco Simoncelli, inevitabilmente la 18enne sudafricana sarà una delle osservate speciali. Seppur ottenuta in uno scenario alquanto singolare nonché dalla difficile interpretazione, asfalto maculato in progressivo miglioramento, la sorprendente vittoria nella gara inaugurale ha proiettato Jessica Howden al comando della classifica a punteggio pieno. Alla prima esperienza della carriera nel Vecchio Continente, punterà a ripetersi anche sull’impianto ubicato nei pressi di Cheste alla guida della Ninja 400 del femminile WithU 511 Racing Team di Sandra Stammova.

Occhio alle idole locali

Le infide condizioni hanno invece plafonato le prestazioni delle due grandi rivali della passata stagione, ovvero Beatriz Neila Santos (Team Trasimeno) e Sara Sanchez. Limitati i danni grazie al secondo posto e al doppio punto addizionale di pole position + giro veloce in gara, la duplice campionessa vorrà senz’altro appropriarsi della leadership di campionato distante appena 3 punti, a cui si è ben affezionata nel recente passato. Mentre la vicecampionessa in carica, quarta a Misano, del primo podio da nuova portacolori 511 Racing Team. Per loro fortuna le previsioni meteorologiche parlano di cielo sereno per l’intero week-end, entrambe pertanto rientreranno nel novero delle potenziali favorite su una pista dove storicamente hanno fatto solchi.

Le insidie di Valencia

Sebbene si tratti di un tracciato in cui sono state scritte pagine memorabili del motociclismo, i 4 km del Ricardo Tormo rappresenteranno tuttavia un autentico “salto nel buio” per la stragrande maggioranza delle pilote al via, le quali potranno contare esclusivamente su qualche effimera giornata antecedente di test e le prove libere del venerdì prima di buttarsi a capofitto sulle qualifiche ufficiali del sabato mattina. Ciononostante, non vanno escluse a priori dalla lotta per la vittoria le “solite” Sabrina Della Manna (vicecampionessa 2020, reduce dal podio di Misano con RaceStar), Roberta Ponziani (MotoXRacing) e la cilena Isis Carreno (Team GP3 AD11). A caccia di rivincite Sara Cabrini (Team Trasimeno), senza dimenticare la coppia Runner Bike composta da Martina Plenario e l'israeliana Ran Yochay, analogamente ad Aurelia Cruciani (Team 03).

Photo credit: daniguazzetti.com

Articoli che potrebbero interessarti