Tu sei qui

SBK, Assen: liberi tutti! La Superbike torna al periodo Pre Covid

Per la prima volta dopo due anni verrà attuato lo scenario 4: niente più obbligo di mascherine e distanziamento nel paddock, tribune aperte a tutti

SBK: Assen: liberi tutti! La Superbike torna al periodo Pre Covid

Share


La Superbike è pronta ad accendere i motori sul tracciato di Assen per il secondo round stagionale e per l’occasione non mancano le novità. Per la prima volta, a distanza di due anni, verrà infatti attuato lo Scenario 4.

Già, ma di cosa si tratta?

In pratica, a seguito della diffusione del Covid-19 nel 2020, Dorna e FIM hanno deciso pianificato quattro tipi di scenari che regolano le norme da seguire all’interno del paddock a secondo dell'evoluzione del quadro pandemico. Scenario 1 è quello più stringente, dal momento che l’accesso è consentito solo ed esclusivamente ad addetti ai lavori, escludendo tutti coloro che non rientrano in questa categoria.

Era quello attuato dall’Organizzatore in occasione della ripartenza di Jerez nell’agosto 2020, ovvero accesso consentito solo ad addetti ai lavori, niente pubblico, niente ospiti, niente hospitality, distanziamento e obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso.  

Adesso che la Superbike si appresta a sbarcare in Olanda, il Circus torna però a quella normalità che eravamo abituati a vivere prima che si diffondesse la Pandemia. Pertanto al TT verrà attuato lo Scenario 4: una sorta di liberi tutti con paddock aperto al pubblico, nessuna restrizione e nessun obbligo di mascherina e distanziamento.

Ricordiamo che gli scenari vengono attuati a seconda delle norme in vigore nel Paese che ospita l’evento. Ad Aragon, infatti,  c'era lo Scenario 3 con capienza massima al 75% e obbligo di mascherina, così come il distanziamento.       

Articoli che potrebbero interessarti