Tu sei qui

Telepass gratis per la moto, ma solo a determinate condizioni

Da qualche anno i motocilisti possono sfruttare una riduzione del pedaggio del 30%, però  occorre dotarsi di un dispositivo dedicato. Ora non si pagherà più, a patto però di attivare le due opzioni Telepass Pay o Telepass Pay X

Moto - News: Telepass gratis per la moto, ma solo a determinate condizioni

Share


Pagare meno i pedaggi autostradali quando si usa un mezzo a due invece che a quattro ruote può sembrare scontato. Invece (purtroppo) non è mai stato possibile, almeno fino a pochi anni fa. Una campagna, portata avanti soprattutto da una nota rivista di settore, ha visto accogliere la richiesta (lo sconto moto è stato introdotto a luglio 2017), a patto però di dotarsi di Telepass, e di utilizzarlo a titolo esclusivo su una moto (ne parliamo in questo articolo). Cosa vuol dire? Che per fruire della attuale riduzione del 30% occorre avere un contratto Telepass Family attivo e utilizzare il dispositivo abbinato solo alla targa della moto, oppure attivare l’opzione Twin sul contratto Family, con un secondo dispositivo Telepass associabile alla targa della moto per ottenere lo sconto.

Tradotto, in un modo o nell'altro, questo benedetto 30% di sconto si paga con un aggravio del costo di abbonamento, che può superare il vantaggio ottenuto, a meno che non si viaggi spesso in autostrada. Ora viene invece proposto a titolo gratuito, a patto però di avere attiva, o di attivarla entro fine agosto, una delle due opzioni Telepass Pay o Telepass Pay “X”. Peccato però che non siano gratuite ed implichino l'apertura di una posizione bancaria di supporto a questa formula di pagamento (non solo per i pedaggi), che se anche ad oggi possa essere gratuita o venga offerta ad un prezzo contenuto, in futuro potrebbe prevedere ulteriori oneri. Se da un lato si tratta della conferma di quanto era stato ventilato lo scorso anno (ne avevamo parlato qui), dall'altro sembra assurdo che si debba stare attenti per evitare il balzello, il pagamento di un ulteriore obolo, per utilizzare un sistema di pagamento da cui trae vantaggio diretto anche la società stessa che gestisce l'incasso dei pedaggi. Se quindi è notizia fresca che sia concluso il monopolio di Telepass (qui parliamo del nuovo servizio UnipolMove), dall'altro siamo ancora lontani da una gratuità vera del servizio.

Articoli che potrebbero interessarti