Tu sei qui

MotoGP, Pecco Bagnaia: "Oggi il 5° posto era il massimo risultato possibile"

"Dobbiamo continuare a lavorare, ci stiamo avvicinando, forse troppo lentamente. Bastianini era imbattibile, l'unico che avrebbe potuto lottare con Marquez"

MotoGP: Pecco Bagnaia: "Oggi il 5° posto era il massimo risultato possibile"

Share


Inutile girarci intorno, una altro 5° posto non è quello che cercava Pecco Bagnaia. Eppure la sua gara ad Austin è finita come quella in Argentina, con la differenza che questa domenica non ha dovuto rimontare. Vedere due Ducati sul podio non può fargli piacere, ma ammette che non poteva ottenere di più.

Ho fatto il mio massimo ed era un quinto posto - dice - Ho cercato di recuperare qualche posizione, ma soffrivo, questo era l’obiettivo minimo per oggi. Bisogna solo continuare a lavorare. A inizio gara sono stato un po’ conservativo per salvaguardare le gomme, ma quando ho iniziato a spingere mi sono accorto che gli altri erano più veloci di me.

Ha vinto una GP21.
Noi stiamo lavorando e a ogni gara siamo un po’ più vicini. Miller oggi ha fatto un bel lavoro, io ho faticato di più. Servono solo altri fine settimana come questo per riuscire a capire ancora di più la moto. Non sono contento di questa posizione, ma so anche di avere fatto il massimo e ora bisogna capire cosa sia successo”.

Bastianini ha vinto la sua seconda gara.
Enea oggi era imbattibile. Se Marquez non avesse avuto un problema in partenza sarebbe stato davanti e penso che Bastianini sarebbe stato l’unico a potere lottare con lui. Io devo solo pensare a continuare a lavorare, so che arriverà il momento in cui saremo di nuovo veloci”.

Fra due settimane si tornerà a correre in Europa, cosa ti aspetti?
Portimao sarà molto interessante, un buon test per confrontare questa stagione con la scorsa. Nel 2021 avevamo corso due gare, ero stato competitivo in entrambe e avevo finito l’anno con una vittoria su quella pista. In quel GP vedremo dove saremo”.

Qual è il tuo bilancio di questi primi 4 GP?
“L’obiettivo a inizio stagione non era un quinto posto, ma sappiamo che c’è ancora lavoro da fare. Altri sono più veloci, Jack oggi è salito sul podio con la mia stessa moto. Ci stiamo avvicinando, forse un po’ troppo lentamente, ma un fine settimana come questo aiuta”.

Articoli che potrebbero interessarti