Tu sei qui

MotoGP, Espargarò: “Piloti esperti come Alex Marquez dovrebbero dare il buon esempio”

“Ha aspettato il mio traino sia nella FP4 che nel Q1, facendomi perdere concentrazione sino alla caduta. Da ora in avanti ho capito di dover stare sempre sul pezzo”. Vinales: “Nella FP3 ho beccato tre bandiere gialle, soffriamo con la gomma nuova"

MotoGP: Espargarò: “Piloti esperti come Alex Marquez dovrebbero dare il buon esempio”

Share


Giornata decisamente storta in casa Aprilia. Che il Circuit of The Americas di Austin non fosse uno dei più congeniali al marchio di Noale era cosa risaputa, anche se nelle libere del venerdì entrambi i portacolori avevano comunque mostrato dei decisi passi in avanti in confronto al recente passato. E invece, il sabato di qualifiche ha relegato sia Aleix Espargarò che Maverick Vinales al di fuori della top-12. Un risultato per certi versi inaspettato vista la positiva tendenza delle precedenti gare, che l’attuale leader di campionato (finito a terra nel Q1) giustifica schiettamente così.

“Quando ho capito di essere seguito da Alex Marquez, purtroppo ho perso la concentrazione e sono caduto. Non riesco a credere che sia successo veramente, assurdo. Lo hanno visto tutti. Ha aspettato il mio traino nella FP4 e persino in entrambe le uscite del Q1. Potrei comprendere un debuttante, ma piloti di una certa esperienza in questa categoria, oltretutto che guidano moto ufficiali, dovrebbero dare il buon esempio. Dagli errori si impara, per cui da ora in avanti devo stare sempre sul pezzo”, ha puntualizzato.

Lo spagnolo prosegue ad analizzare il fine settimana, senza nascondere un pizzico di rammarico…

“Chiaramente non sono felice. Mi dispiace perché il passo è molto buono e avevamo il potenziale per entrare in Q2 in una pista a noi storicamente sfavorevole, sebbene il week-end non sia iniziato del migliore dei modi. In aggiunta, soffriamo ancora un po’ di chattering con la gomma nuova, un problema di non poco conto nella MotoGP moderna”.

Recuperare terreno dalla 13esima casella di partenza è possibile?

“La gara si prospetta probante dal punto di vista fisico, inoltre non sarà affatto semplice risalire dalle retrovie. Ciononostante, siamo convinti di avere un ritmo interessante tra le mani soprattutto con gomme usate, quasi a livello della zona podio, nella FP4 lo abbiamo dimostrato. Cercheremo di dare il massimo per portare a casa il miglior risultato”, ha detto.

Vinales: “Nella FP3 ho beccato tre bandiere gialle”

Maverick Vinales dal canto suo si è inserito appena alle spalle del compagno di squadra per meno di due decimi, il quale in ogni caso cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno.

“Onestamente si sta rivelando un week-end positivo. Abbiamo un ottimo passo, in questi due giorni siamo riusciti ad inanellare diversi passaggi con la specifica media in linea per ambire alla top-5. Sfortunatamente, soffriamo più del previsto con lo pneumatico nuovo, dobbiamo capire il motivo. La nota positiva è che il problema si è presentato adesso, quindi abbiamo tutta la stagione per risolverlo”.

Aleix si è lamentato notevolmente del traffico e relativo comportamento di alcuni piloti in particolare: qual è il tuo punto di vista?

“Non ho molto da aggiungere. Ho perso il giro buono perché avevo un sacco di piloti difronte a me, ma non si trovavano assolutamente in piena traiettoria. Queste sono le corse. Ad esempio nella FP3 ho beccato addirittura tre bandiere gialle che mi hanno impedito di migliorare. A posteriori dico che avremmo dovuto fare il tempo prima. A volte ti va bene, altre ancora male. Non possiamo farci nulla”, ha concluso.

Articoli che potrebbero interessarti