Tu sei qui

MotoGP, Michelin: soft posteriore sotto osservazione per l'uso in gara

Il posteriore Medium è buono per la sua consistenza, ma Soft posteriore è tenuta sott'occhio dalla maggior parte dei piloti per l'extra grip che offre  

MotoGP: Michelin: soft posteriore sotto osservazione per l'uso in gara

Share


Il nuovo asfalto (dalla curva 2 alla 10 e dalla 12 alla 15) del Cota offre migliore grip ai piloti che hanno sentito meno i dossi rispetto alle stagioni precedenti, ma buche ce ne sono ancora.
 
Al mattino di venerdì praticamente tutti hanno girato con le Soft all'anteriore e le Medium al posteriore.  L'anteriore Soft ha funzionato bene date le temperature piuttosto basse della pista. Poi verso la fine della sessione la tendenza è stata quella di muoversi di più. La Medium Rear è stata molto consistente, ed è stata molto buona per lavorare sulle prime regolazioni della moto.  Ha offerto un'ottima trazione e stabilità. Tuttavia, forse a causa delle temperature fresche, sembrava mancare di aderenza agli angoli di piega massimi.
 
Un pilota ha provato l'anteriore medio e il posteriore duro, ma nelle condizioni l'anteriore non ha funzionato troppo bene, con poco grip.  Dopo due giri di riscaldamento, la Hard rear ha lavorato bene fornendo una buona stabilità e un tempo sul giro costante
 
Nelle FP2 con le temperature più calde e il vento, i piloti hanno usato combinazioni Hard/Medium e/o Hard/Soft.
Ottimo feedback per l'anteriore Hard, con ottimi livelli di supporto, stabilità e sensazione, anche se il turn-in non era perfetto. Il posteriore Medium era buono per la sua consistenza. La Soft posteriore è stata guardata dalla maggior parte dei piloti per l'extra grip che offriva.
 
Nel complesso, tempi sul giro veloci per il primo giorno con temperature degli pneumatici e usura sotto controllo.

 

Articoli che potrebbero interessarti