Tu sei qui

Moto2, Dixon esce indenne dal caos bandiere degli ultimi giri, Vietti in Q1

Celestino in prequalifica. Negli ultimi giri le bandiere gialle privano Canet e Aldeguer del record della pista. Arbolino 5° tempo, primo degli italiani

Moto2: Dixon esce indenne dal caos bandiere degli ultimi giri, Vietti in Q1

Share


Sono stati gli ultimi dieci minuti della FP3 a decidere l’accesso alla Q2 per i primi 14 piloti della Moto3.
Per più della metà del turno, infatti, la temperatura bassa non ha permesso di sfruttare le gomme morbide.

Alla fine però la avrebbe spuntata Aldeguer con il nuovo record della pista in 2.08.738 se non gli fosse all’ultimo momento tolto il tempo a causa delle bandiere gialle apparse in due settori proprio alla fine del turno.

Peccato per il 17enne campione europeo uscente della Moto2 che sta crescendo benissimo sotto le ali dell’ex pilota Luca Boscoscuro che, per inciso, è stato capace di rilanciare la carriera di Fabio Quartararo, impantanatasi dopo esser stato indicato come l’astro nascente della Moto3.

Un destino, quello di perdere il miglior tempo, che ha colto anche Aaron Canet, anche lui con una prestazione ben al di sotto del record della pista - 2.08.577 - poi cancellato.

Così il migliore è risultato essere Jake Dixon, davanti a Fernandez, Canet, Aldeguer, Arbolino, primo degli italiani, Beaubier e Pedro Acosta. Questi ultimi quattro qualificati con i tempi della veloce FP2.

Quindi Ogura, capace di migliorare il tempo di ieri e di scavalcare Navarro e Arenas e Roberts, congelati con il tempo di ieri. Un bel passo avanti lo ha fatto Chantra, nonostante una scivolata, capace di issarsi con il 13° tempo fra i primi 14, davanti a Sam Lowes.

E’ stata una sessione che si è ravvivata solo verso il finale, come dicevamo e che ha visto, fra le altre, le cadute anche di Lowes e Acosta, che non sembra ancora avere del tutto in mano la sua KTM.

Primo degli esclusi Celestino Vietti che non sembra digerire la pista di Austin, mentre comprensibilmente ultimo tempo Niccolò Antonelli che ha salto la prima giornata di prove per forti sintomi influenzali.

 

Articoli che potrebbero interessarti