Tu sei qui

SBK, VIDEO - Lorenzo Baldassarri: "Ho perso credibilità, la riconquisterò"

ESCLUSIVA - "Ho iniziato a farmi tante domande, adesso ricomincia da Evan Bros e dalla Yamaha R6. Il 2021? Una stagione...lasciamo perdere che è meglio"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


 

Lorenzo Baldassarri è pronto alla nuova sfida in SuperSport 600 in sella ad una Yamaha R6 di Evan Bros. In questa intervista ci ha raccontato del brutto periodo passato tra il 2019 e il 2021, e di tutta la voglia di riscatto che porterà ad Aragon al primo appuntamento della nuova stagione, che rappresenta anche un nuovo inizio per la sua carriera.

Una sfida da non sottovalutare, che sarà fondamentale per rilanciare la carriera di un pilota che ha già dimostrato di avere tantissimo talento, ma che sembrava aver perso la sua luce proprio sul più bello, ovvero quando ha iniziato a vincere gare su gare nel 2019. Il Baldassarri che abbiamo intervistato, ci è apparso un ragazzo consapevole della montagna che si appresta a scalare ed anche abbastanza determinato per riuscirci. 

"Sono molto motivato, ho trovato una situazione che mi ha messo subito a mio agio con il team Evan Bros - ci ha detto Baldassarri -  sono bravissimi e ci mettono passione. Non è lasciato nulla al caso ed anche con la moto mi sono trovato molto bene. Sono andato forte, ritrovando la fiducia. Sarà importante partire e vediamo cosa farò in questa nuova categoria, ma cercherò di divertirmi". 

Hai passato un brutto periodo tra il 2019 e il 2021. Cosa hai imparato?
"Ho imparato molto, capendo tante cose diverse. Nel 2019 avevo trovato la costanza per vincere un  mondiale, perché è la cosa più importante per lottare davvero per il titolo. Non puoi fare una gara buona e poi sparire. Solo che quando hanno cambiato la gomma posteriore mi sono incasinato. Ho perso le buone sensazioni, ho iniziato a cadere sempre e fino a fine anno non sono stato in grado di recuperare le giuste sensazioni. Poi a fine anno avevo iniziato ad andare forte di nuovo, però nel 2020 sono arrivato in Qatar preparatissimo, infatti sono stato secondo. Poi con il Covid ci sono voluti mesi prima di correre di nuovo e quando l’abbiamo fatto a Jerez hanno cambiato l’anteriore ed anche lì ho avuto problemi, ho capito solo a fine anno cosa sbagliavo. Non riuscivo ad inserire la moto in curva, mi mancava percorrenza e feeling, Mi mancava tutto". 

Poi è arrivato un 2021 non esaltante.
"Nel 2021 ho cambiato di nuovo capitolo e….niente. Un capitolo…lasciamo stare, andiamo avanti che è meglio". 

Parliamo di futuro, cosa ti aspetti da questa SuperSport 600?
"E’ importante fare bene qui, secondo me negli ultimi anni è normale che io abbia perso credibilità, ma anche verso me stesso. Ad un certo punto mi sono fatto domande, messo in discussione. Ma io sono carico, gli do il gas e bisogna solo divertirsi e lavorare, senza sottovalutare una categoria diversa in cui è tutto nuovo per me. Andiamo avanti con Yamaha, che è una gran moto e con una squadra che mi metterà in condizione di andare forte. Mi ricostruirò".

Articoli che potrebbero interessarti