Tu sei qui

SBK, Bautista: “Ho parlato con Dall’Igna, sono nella posizione giusta”

“Tra anni fa nessuno si aspettava nulla da me. Nel 2019 era più facile sorpassare la Panigale V4. Sono sereno, Gigi crede in questo progetto e so che possiamo puntare a qualcosa di importante”

SBK: Bautista: “Ho parlato con Dall’Igna, sono nella posizione giusta”

Share


Johnny Rea ha recitato la parte di protagonista nel venerdì del Motorland, ma al pomeriggio Alvaro Bautista si è tolto la soddisfazione di centrare il migliore tempo della sessione. Da parte del portacolori Aruba c’è quindi fiducia e al tempo steso consapevolezza per questa ripartenza con Ducati.   

“È stato un venerdì molto proficuo – ha commentato – siamo riusciti a migliorare la prestazione, anche se stamani le sensazioni erano diverse rispetto ai test. Abbiamo quindi deciso di utilizzare la dura all’anteriore, in seguito siamo passati alla SCQ. Con la Q ero leggermente più veloce rispetto alla SCX, dato che sono riuscito a fare otto giri veloci. Vedremo però cosa fare per la gara sprint di domenica”.

Tutto sembra quindi andare secondo i piani per il pilota Aruba.

“Durante l’inverno ho cercato di lavorare sul passo, senza però prendere rischi e andare oltre il limite. Stamani ho fatto 20 giri con la SCX e il passo era molto buono. Al mattino avevo però un assetto diverso rispetto al pomeriggio, quando ho utilizzato la SCQ. Con questa gomma, se spingi forte fin dall’inizio, c’è però il rischio che rimani a piedi, di conseguenza devi gestire bene la situazione”.

L’attenzione si sposta poi sul confronto con le altre Case in particolare per quanto riguarda il motore della Rossa.

“Tre anni fa era più facile sorpassare, adesso invece impiego più tempo (sorride). Le altre Case hanno lavorato bene e sono migliorate, ma anche noi”.

Intanto domani i riflettori saranno già concentrati su Gara 1.

“Questa gara non sarà del tutto veritiera, dato che tutti i piloti partiranno con due giorni aggiuntivi di test. Di sicuro sarà speciale, visto che saremo molto vicini in gara. Dentro di me sono tranquillo, perché ho la consapevolezza di poter lottare per il vertice. Negli ultimi due anni non ero nella posizione che volevo”.

Infine il numero 19 fa un passo indietro.

“Nel 2019 non ci si aspettava niente da me, infatti è stata una sorpresa il mio inizio. Adesso invece è diversa la situazione, ma ho fiducia con la moto. Dall’Igna? Ho parlato con Gigi dopo ogni test e anche in settimana, lui è molto interessato e crede a questo progetto”.

Articoli che potrebbero interessarti