Tu sei qui

SBK, Test Aragon: Bautista e la Ducati vanno all’attacco, 2° Rea, 6° Toprak

Lo spagnolo è stato il più veloce nel turno del mattino, 3° Gerloff seguito da Lowes e Rinaldi, fuori dalla top ten Redding, ferme ai box le Honda di Lecuona e Vierge

SBK: Test Aragon: Bautista e la Ducati vanno all’attacco, 2° Rea, 6° Toprak

Share


Seconda e ultima giornata di test ad Aragon per la Superbike in attesa che nel weekend la sfida entri finalmente nel vivo. Nel primo dei tre turni in programma quest’oggi, Alvaro Bautista e la Ducati sono partiti da subito all’attacco, fissando il riferimento della sessione del mattino in 1’50”097.

Il portacolori Aruba è riuscito a precedere di 274 millesimi il primo degli inseguitori, ovvero la Kawasaki di Johnny Rea. Nel finale il Cannibale è uscito allo scoperto, chiudendo con il secondo tempo davanti a Gerloff.

La R1 dell’americano è quindi la Yamaha più veloce in pista, considerando che Toprak non è andato oltre il sesto crono a ben otto decimi dalla vetta. Per l’occasione il campione del mondo ha lavorato più che altro sulle sensazioni, senza andare alla ricerca del tempo sul giro secco.

Ricordiamo tra l’altro che i piloti hanno dovuto fare i conti con temperature particolarmente rigide stamani: 5° gradi nell’aria, 10° sull’asfalto. Tornando alla classifica, nei piani alti si inserisce con il quarto tempo Alex Lowes, seguito dalla Ducati V4 di Rinaldi, mentre in ottava posizione sorprende il rookie Oettl alle spalle di Locatelli. A chiudere la top ten sono invece Mahias e Bassani con Redding che rimane fuori, terminando a oltre un secondo e mezzo dalla vetta. A quanto pare c'è ancora del lavoro da fare in casa BMW per avvicinarsi ai migliori.

Sono invece rimaste ferme ai box le Honda di Lecuona e Vierge.   

Articoli che potrebbero interessarti