Tu sei qui

Pirro regola Canepa in Gara 2 del CIV SBK, paura per Bernardi e Zanetti

Michele Pirro si riscatta e batte nel finale Niccolò Canepa in Gara 2 del CIV Superbike a Misano, sul podio anche Alessandro Delbianco. Attimi di paura per un brutto incidente tra Alex Bernardi e Lorenzo Zanetti nel giro di ricognizione

SBK: Pirro regola Canepa in Gara 2 del CIV SBK, paura per Bernardi e Zanetti

Share


Saranno pur in pochi sullo schieramento di partenza, ma il CIV Superbike 2022 sta regalando una lunga serie di emozioni, nel bene e nel male. Dopo il pirotecnico avvio di stagione, anche la contesa odierna al Misano World Circuit Marco Simoncelli non è stata assolutamente da meno. In una Gara 2 in cui si sono vissuti attimi di paura per il brutto scontro che ha coinvolto Alex Bernardi e Lorenzo Zanetti nel corso del giro di ricognizione, l’otto volte campione italiano Michele Pirro (Barni Spark Racing Team) ha saputo riscattare alla grande la scivolata del sabato, trionfando al termine di un duello colpo-su-colpo contro un arrembante Niccolò Canepa su Yamaha.

Contatto Bernardi-Zanetti

Come detto, la seconda gara del week-end inaugurale del 2022 della classe regina Superbike non è affatto iniziata nel migliore dei modi. Proprio quando i piloti stavano affrontando il giro di ricognizione con apparente tranquillità, Alex Bernardi e Lorenzo Zanetti sono venuti a contatto nel complesso delle Rio. Un incidente assai insolito, dovuto probabilmente ad un problema registratosi sulla moto del Ducatista, che ha lasciato tutti con il fiato sospeso per diversi minuti in quanto la stessa Panigale V4-R del Broncos Racing Team è poi carambolata addosso al proprio alfiere. Fortunatamente dal centro medico trapelano notizie confortanti sullo stato di salute del Ducatista, anche se si sospetta la frattura della gamba e di alcune costole.

Pirro vs Canepa

Ridotta da 16 a 14 tornate, successivamente la gara ha offerto un dualismo d’altri tempi tra Michele Pirro e Niccolò Canepa. Passato al comando delle operazioni al terzo giro, il portacolori Keope Motor Team ha tentato di compiere l’impresa, ciononostante sulla lunga distanza è emersa l’astuzia e la bravura del tester Ducati: malgrado un primo tentativo di attacco non andato a buon fine alla Variante del Parco, Pirro ha trovato il varco giusto alla Quercia al giro 8. Da quel momento in avanti non ha fatto altro che forzare il ritmo (vedi il giro più in veloce 1’35”945), tagliando il traguardo con due secondi di vantaggio.

Delbianco sul podio

Se Pirro può festeggiare finalmente il primo hurrà del 2022, Canepa dalla sua può ritenersi soddisfatto per aver mostrato la bontà del nuovo progetto Yamaha nel CIV, oltretutto guadagnando la leadership di campionato con il vincitore di Gara 1 Luca Vitali soltanto sesto, condizionato da un lungo alla Quercia in avvio (il Campione FIM EWC 2017 però prenderà parte soltanto a mezza stagione). Sale sul terzo gradino del podio un altro deluso del sabato, ovvero Alessandro Delbianco (Nuova M2 Racing), in scia ai due battistrada per lunghi tratti salvo poi accontentarsi del piazzamento, staccandosi gradualmente nel finale.

Sguardo rivolto a Vallelunga

Alle spalle della top-3 multimarca Ducati-Yamaha-Aprilia, si è invece inserito Andrea Mantovani, abile nel precedere per appena due decimi Flavio Ferroni alla guida della CBR 1000 RR-R di DMR Racing. Sebbene fosse ormai certa la sua defezione per l'edema osseo causato dalla caduta di Gara 1, in via del tutto eccezionale Mattia Pasini ha preso regolarmente il via, chiudendo la prima gara di sempre nel CIV Superbike in settima posizione, non troppo distante da Vitali. Adesso l’attenzione di squadre e piloti è già rivolta al prossimo round, in programma il 7-8 maggio all'Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga.

Photo credit: daniguazzetti.com

RISULTATI GARA 2:

Articoli che potrebbero interessarti