Tu sei qui

SBK, Stefano Valtulini torna alla vittoria nel CIV SSP dopo 4 anni

Stefano Valtulini vince in SuperSport, battendo Nicholas Spinelli su Ducati, sul podio anche il sempreverde Massimo Roccoli. Cesare Tiezzi si aggiudica al fotofinish la Moto3, travolgente Matteo Vannucci in SuperSport 300, a Leonardo Zanni la PreMoto3

SBK: Stefano Valtulini torna alla vittoria nel CIV SSP dopo 4 anni

Share


Parallelamente alla pirotecnica Gara 1 della classe regina Superbike, quest’oggi il Misano World Circuit Marco Simoncelli ha ospitato anche quelle inaugurali delle restanti quattro categorie del Campionato Italiano Velocità. Manche particolarmente entusiasmanti e coinvolgenti in cui a farla da padroni sono stati rispettivamente Stefano Valtulini (nella foto di copertina) in SuperSport, Cesare Tiezzi in Moto3, Matteo Vannucci in SuperSport 300 e Leonardo Zanni in PreMoto3.

SSP - Il riscatto di Valtulini

Nuovo regolamento tecnico, ma vecchie abitudini per la SuperSport che ha offerto un ricco antipasto di quel che sarà il Mondiale di categoria a partire dalla prossima settimana, con un interessante confronto diretto tra 600 e nuove Next Generation (con all’interno anche 600 in configurazione iridata), da cui ne sono usciti fuori i classici “vecchi lupi di mare”. In una Gara 1 che ha annoverato l’uscita di scena in avvio del poleman Roberto Mercandelli, sulla distanza ha poi prevalso un redivivo Stefano Valtulini nei confronti di uno scatenato Nicholas Spinelli (Barni Spark Racing Team) per appena 45 millesimi. Una vittoria dal sapore speciale per l’originario di Calcinate, passato quest’anno a Gomma Racing, che mette la parola fine ad un digiuno di addirittura quattro anni. Chi invece continua a stupire è Massimo Roccoli (Promodriver Organization), sul terzo gradino del podio a 40 anni, favorito da un piccolo errore all’ultimo giro di Luca Ottaviani, entrambi su R6 in configurazione NG. Nella classifica riservata alle classiche SSP in configurazione CIV successo per Kevin Zannoni, a salvare così il bilancio in casa Rosso e Nero, a precedere Marco Bussolotti (8° sul traguardo) e Armando Pontone (13°).  Chiudono la top-10 invece i Ducatisti Matteo Ferrari e Simon Jespersen, Mattia Casadei e Matteo Patacca. Inizio in salita per il Campione 2021 Davide Stirpe, 11°esimo nella generale e nono nella graduatoria NG alla guida della F3 800RR di Extreme Racing Service.

Moto3 - Tiezzi al fotofinish su Miceli

Colpi di scena anche nella prima gara della storia della nuova Moto3 interamente motorizzata Yamaha 450cc, già dalla fase di avvicinamento quando Alberto Ferrandez Beneite (GP Project 2 WP Factory Racing) si è visto costretto a scattare dalla pit lane per un problema occorso alla sua 2WheelsPoliTo, rendendosi poi autore di una rimonta forsennata fino ad un quasi insperato terzo posto finale. Con i giochi compromessi per il poleman spagnolo, a regalare spettacolo ci hanno però pensato i giovani Cesare Tiezzi e Biagio Miceli (Gresini Racing): entrambi si sono resi protagonisti di un acceso duello, risoltosi soltanto in volata in favore del portacolori AC Racing Team per 24 miseri millesimi. Un esordio decisamente da sogno nella categoria per lui. Se Ferrandez Beneite ha chiuso terzo, si è invece fermato ai piedi del podio Riccardo Trolese, quarto a precedere il rientrante Nicola Fabio Carraro. Sesto Alessandro Sciarretta, ritrovatosi al comando nelle battute iniziali salvo perdere gradualmente terreno col prosieguo dei passaggi. Top-10 completata nell’ordine da Jacono Villani, Nicolas Mattia Fruscione, Michele Amadori e Cristian Lolli.

SS300 - Travolgente Vannucci

Sebbene tra una settimana sia previsto il suo esordio nel Mondiale di categoria, Matteo Vannucci non sembra pensarci minimamente. Presente al CIV SuperSport 300 in qualità di Campione in carica, il fiorentino di AG Motorsport Yamaha Italia ha iniziato il 2022 alla sua maniera. Tradotto: partendo in testa dalla pole e dominando la gara. Un autentico assolo, nonostante un piccolo inconveniente tecnico dopo l’esposizione della bandiera a scacchi, anche se quest’oggi ha dovuto vedersela soprattutto contro gli arrembanti Emanuele Vocino (Prodina Racing) e Filippo Rovelli (Geko Bike Factory): ambedue hanno tentato di restargli in scia, ma alla fine hanno preferito accontentarsi considerato che Vannucci non prenderà parte ad almeno un paio di round causa concomitanze internazionali. La top-3 ha fatto letteralmente la differenza sul resto del gruppo, tant’è che Oscar Nunez Roldan (quarto) ha accusato un gap di quasi 25 secondi, a precedere Victor Rodriguez. In una gara condizionata dalle numerose cadute illustri (Leonardo Carnevali e Manuel Bastianelli in primis), ha ben impressionato il debuttante Roberto Jason Sarchi (in arrivo dal monomarca R3 Cup), settimo alle spalle di Davide Conte.

PreMoto3 - Zanni la spunta nel gruppo di sei

Gara esaltante e piena di sorpassi nella entry class del Campionato Italiano Velocità, come testimoniato dalla classifica odierna con sei piloti giunti sul traguardo in appena sei decimi. Dal gruppone di mischia è riuscito a spuntarla Leonardo Zanni (AC Racing Team), bravo a costruirsi il vantaggio necessario (meno di due decimi…) per passare sotto la bandiera a scacchi con apparente tranquillità. Niente da fare per Luca Agostinelli (M&M Technical Team), secondo, ma bravo a regolare al fotofinish Lorenzo Cavalletto in sella alla Brevo di SM PosCorse, terzo. Seguono a ruota le due 2WheelsPoliTO guidate da Mattia Romito ed Edoardo Boggio, mentre il poleman Giulio Pugliese non è andato oltre un’anonima sesta posizione. Maggiormente attardati i vari Edoardo Liguori (settimo a quasi tre secondi dalla vetta) e lo spagnolo Xavier Martinez Sosa (ottavo a +22”) in una contesa ad eliminazione con addirittura undici piloti dello schieramento ritirati.

Photo credit: daniguazzetti.com

Articoli che potrebbero interessarti