Tu sei qui

SBK, Tarran Mackenzie debutterà nel Mondiale Superbike ad Assen con la Yamaha

Wildcard a sorpresa per il vincitore del BSB, che prenderà parte al round del TT in occasione del weekend del 22-24 aprile in sella alla R1

SBK: Tarran Mackenzie debutterà nel Mondiale Superbike ad Assen con la Yamaha

Share


Sullo schieramento del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike al TT Circuit Assen per il secondo Round della stagione 2022 vedremo un volto nuovo che sarà quello del campione britannico uscente Tarran Mackenzie che insieme al team McAMS Yamaha esordirà nel WorldSBK. Il team scenderà in pista con la Yamaha YZF-R1 in specifica WorldSBK.

Mackenzie ha conquistato dieci vittorie e 19 podi in ambito nazionale nel 2021, anno in cui ha vinto il suo primo titolo in sella alla Yamaha YZF-R1 con elettronica e specifiche al motore diverse. In totale il pilota di Stirling ha raccolto 13 vittorie e 34 podi nel BSB dopo l’esordio avvenuto nel 2018. Da quella stagione ha sempre corso con lo stesso team e quindi il 2022 rappresenterà la sua quinta annata con i colori McAMS Yamaha. Il team e Mackenzie saranno impegnati per la prima volta sul palcoscenico internazionale in occasione del Round di Olanda in programma dal 22 al 24 aprile.

Nonostante il Round in terra olandese rappresenterà il suo primo appuntamento nel WorldSBK, il 26enne scozzese conosce già il TT Circuit Assen dato che proprio su questa pista ha ottenuto il terzo podio nel BSB arrivando terzo dopo essere scattato dalla prima fila. Adesso Mackenzie debutterà a livello mondiale sempre sullo stesso circuito con il team McAMS Yamaha, anch’esso alla prima apparizione nel WorldSBK.

Mackenzie è entusiasta in vista del suo primo Round nel WorldSBK: “Sono molto contento di esordire nel Campionato del Mondo Superbike e farlo ad Assen con il team McAMS Yamaha sarà piuttosto speciale dato che corro con loro da cinque anni e insieme abbiamo compiuto un lungo percorso. Ovviamente devo imparare tante cose legate al motore e all’elettronica ma conosco bene il telaio dato che la moto che guido nel BSB è molto simile. Assen è un circuito su cui amo correre, la prima volta che ci ho girato con una Superbike era il 2018 e sono arrivato sul podio. Nel Campionato del Mondo il livello è davvero alto e non vedo l’ora di scendere in pista e di dare tutto quello che abbiamo. Un grande ringraziamento va a Steve e al team McAMS Yamaha, oltre che ad Andrea e a tutti coloro che fanno parte di Yamaha Racing per aver reso possibile tutto questo”.

Il Team Principal del McAMS Yamaha, Steve Rodgers, ha aggiunto: “Non vediamo l’ora di portare il team McAMS Yamaha sul palcoscenico mondiale in occasione della nostra prima apparizione che avverrà ad Assen. Raceways Motorcycles ha sostenuto Tarran fin dai primi giorni della sua carriera e lo abbiamo visto crescere fino al punto di vincere insieme a noi nel 2021 il Campionato britannico Superbike. Il suo sogno è continuare a fare progressi e quindi siamo davvero lieti di potergli dare l’occasione di esordire nel World Superbike. Le nostre moto sono già molto vicine alla specifica del Campionato del Mondo. Il motore e l’elettronica saranno molto diversi e tutto il team dovrà lavorare intensamente per abituarcisi in un breve lasso di tempo ma abbiamo un team formato da persone di grande talento tra cui alcuni che recentemente hanno lavorato nel WorldSBK. Da parte nostra non c’è alcuna pressione o aspettativa, andremo lì e vedremo cosa riusciremo a fare!”.

Andrea Dosoli, Yamaha Motor Europe Road Racing Manager, ha infine spiegato il motivo alla base della scelta di Mackenzie come wildcard per la Casa giapponese: “Non vediamo l’ora di sostenere Tarran e il team McAMS Yamaha che esordiranno nel WorldSBK ad Assen grazie a una wildcard dopo quella che per loro è stata un’eccezionale stagione 2021 nel Campionato britannico Superbike. Vantiamo una lunga e proficua relazione con il team McAMS e i suoi due piloti, con una reale collaborazione tra le due parti che va a beneficio di tutti. Siamo lieti di vedere Tarran e McAMS approdare sul palcoscenico mondiale ad Assen dato che questo rientra perfettamente nella filosofia delle competizioni che appartiene a Yamaha nell’offrire delle opportunità ai migliori piloti e team di tutto il mondo".

Articoli che potrebbero interessarti