Tu sei qui

MotoGP, Il GP di Argentina parte a marcia indietro: atteso l'OK del cargo da Mombasa

GP a rischio? Ezpeleta è in trepida attesa della chiamata che gli confermi la partenza dell'aereo, che comunque dovrà fare ancora uno scalo. Al GP attesi 100.000 spettatori. Ed è impossibile rimandare la gara al lunedì per il successivo GP di Austin

MotoGP: Il GP di Argentina parte a marcia indietro: atteso l'OK del cargo da Mombasa

Share


Il Gran Premio di Argentina è a rischio. Non è una esagerazione, oggi Ezpeleta ha gettato acqua sul fuoco, spiegando i problemi avuti dagli aerei cargo ed il successivo ritardo, ma ha usato un sacco di condizionali.

Il problema è che il cargo, che dovrebbe partire da Mombasa domani, dovrà anche fare uno scalo e solo nel caso riesca appunto a partire, arriverebbe domani in serata. Venerdì, appunto.

Una cosa simile accadde nel 2016, quando ci fu un problema simile, causa tifone, fra il GP di Rio Hondo ed Austin, ma tutto si risolse per il meglio, anche se alcuni team dovettero addirittura spostarsi dal circuito argentino a Buenos Aires in corriera.

In quell’occasione andò tutto per il meglio, gli unici a rimetterci furono i meccanici costretti ad un superlavoro, perché dovettero montare i box e preparare le moto nella notte di giovedì, ma poi il programma andò avanti regolarmente con le prove del venerdì.

In questo caso già sappiamo che venerdì i motori non si accenderanno, ma quale potrà essere lo scenario nel caso il materiale mancante - fra questi le moto del team Gresini, quelle della VR46, ma anche del team Leopard ed Ajo in Moto3 - non dovesse arrivare in tempo?

Carmelo Ezpeleta a questa (brutta) possibilità non ci vuole nemmeno pensare. A Rio Hondo, infatti, sono attesi 100.000 spettatori. Tifosi che arrivano da vari paesi del Sud America. Gente alla quale non si può dire, tornate a casa! Peraltro, lo ricorderete, sono tifosi ‘caldi’, gente che nell’attesa del Gran Premio non dorme rendendo oltremodo viva la cittadina di Rio Hondo facendo festa per l’intera notte.

Quale può essere dunque la prospettiva qualora l’aereo cargo non dovesse riuscire a partire da Mombasa? Nessuno ci vuole pensare.

Il Gran Premio, dunque, può essere a rischio? Qual’è il piano B qualora non si riuscisse a provare nemmeno il sabato? Perché, questo è chiaro, non si correrà qualora anche alcuni team non riuscissero ad avere il proprio materiale in tempo.

Si può provare a correre provando mezza giornata di sabato, od addirittura solo la domenica? Oppure potrebbe essere possibile correre al lunedì, come si fece in Qatar anni fa per il diluvio di Losail? Sembra proprio di no, perché il problema poi si sposterebbe sul successivo GP delle Americhe ad Austin.

Tutto è possibile. Per il momento però non resta che incrociare le dita ed aspettare la chiamata da Mombasa che confermi, quantomeno, il decollo del cargo da Mombasa.

Articoli che potrebbero interessarti