Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: “Rio Hondo non è la pista migliore, ma potremo fare un bel lavoro”

“Partiremo tutti alla pari questo weekend. In Indonesia abbiamo provato qualche novità e sono curioso di vedere se funzionerà anche in Argentina”

MotoGP: Quartararo: “Rio Hondo non è la pista migliore, ma potremo fare un bel lavoro”

Share


La MotoGP torna a Termas de Rio Hondo dopo tre anni e la curiosità è grande per vedere quelli che saranno i valori in campo. C’è infatti attesa in casa Yamaha, ancora di più dopo le considerazioni post Indonesia da parte di Fabio Quartararo.

A tal proposito il campione del mondo ha commentato senza troppi giri di parole che questo sarà uno dei round più complicati di tutta la stagione per la sua M1. Nonostante le insidie, il francese non ha la minima intenzione di gettare la spugna ancora prima di iniziare: “Ripartiremo tutti dallo stesso punto a Rio Hondo, dato che non corriamo qua dal 2019 – ha detto – questa non è la mia pista migliore, ma potremo fare un bel lavoro. In Indonesia abbiamo provato qualche novità mi trovavo bene con la Yamaha, di conseguenza sono curioso di vedere se funzionerà anche in Argentina”.

Dall’altra parte del box i riflettori saranno invece puntati su Franco Morbidelli, reduce da una gara tutta in rimonta con il coltello tra i denti a Mandalika: “In Indonesia avevo fiducia con la moto e spero di ritrovare le stesse sensazioni anche qua in Argentina – ha spiegato – nell’ultimo GP abbiamo fatto una bella prestazione in condizioni difficili, complice tra l’altro la mia partenza dalle retrovie. Insieme alla squadra stiamo acquisendo sempre più esperienza e questo potrà essere un aspetto importante per essere sempre più competitivi anche quando le circostanze non giocano a nostro favore”

Articoli che potrebbero interessarti