Tu sei qui

MotoGP, Pecco Bagnaia: "In Argentina voglio dare una svolta alla mia stagione"

"In Qatar e in Indonesia non sono riuscito a dimostrare il mio reale potenziale". Miller: "spero di avere un fine settimana più lineare dei precedenti"

MotoGP: Pecco Bagnaia: "In Argentina voglio dare una svolta alla mia stagione"

Share


Le prime due gare dell’anno hanno dato ben poca soddisfazione al team ufficiale Ducati che si trova all’8° posto nella classifica riservata alle squadre con 14 punti. Tredici li ha portati a casa Miller e uno Bagnaia, un ben magro bottino per chi partiva per lottare per il campionato.

La buona notizia è che rimangono ancora 19 Gran Premi da correre e una rimonta è possibile, a patto di iniziare subito. A partire da Termas de Rio Hondo che ospiterà la MotoGP questo fine settimana. Il motomondiale manca dall’Argentina da due anni e non è mai stato un GP troppo favorevole alla Rossa, che però è cresciuta molto nelle ultime stagione, smussando i suo difetti.

Bagnaia ci arriva con una gran voglia di rimettersi in bolla e di dimenticare le recenti delusioni.

Già dopo la gara del Qatar e soprattutto dopo l’ultimo GP disputato in Indonesia, il mio feeling con la Desmosedici GP è ritornato ad essere quello dello scorso anno - assicura - Purtroppo sia a Lusail che a Mandalika non siamo riusciti a dimostrare il nostro reale potenziale, perciò spero di riuscirci finalmente qui in Argentina. Termas è una pista che mi piace e sono determinato a dare finalmente una svolta alla nostra stagione questo fine settimana”.

Anche Miller deve cambiare passo e la pista argentina risveglia in lui buoni ricordi.

Sono felice di essere di nuovo qui in Argentina! Nell’ultimo GP, disputato qui nel 2019, ero riuscito ad ottenere un buon quarto posto, mentre nel 2018 avevo conquistato in qualifica la mia prima e unica pole position in MotoGP - sottolinea Jack - L’inizio di questa stagione è stato un po’ faticoso nonostante nei primi due appuntamenti avessimo il potenziale per poter ambire al podio. Speriamo di avere un fine settimana più lineare qui in Argentina”.

Articoli che potrebbero interessarti