Tu sei qui

Jarno Trulli e i pronostici per la nuova stagione di Formula Uno

Uno degli argomenti più dibattuti nel corso degli ultimi tempi è quello che riguarda la nuova generazione di potenziali vincitori del Mondiale. I cambiamenti che sono stati introdotti nel regolamento stanno dimostrando tutta la loro efficacia

Auto - News: Jarno Trulli e i pronostici per la nuova stagione di Formula Uno

Share


Una vera e propria partenza con il botto per la Formula Uno, le cui prime due gare hanno portato in dote tante novità e anche dei protagonisti tutto sommato nuovi rispetto al passato. L’unica costante rispetto alla scorsa stagione, almeno per il momento, come evidenziato anche dagli appassionati di scommesse Formula 1, è rappresentata da Max Verstappen.

Il vincitore dell’ultimo titolo mondiale può ancora vantare l’etichetta di favorito, dal momento che, con la sua classe e la sua Red Bull, è in grado davvero di fare la differenza su ogni tracciato. In questo primissimo scorcio di stagione, però, le cose pare che siano notevolmente cambiate, soprattutto in relazione agli equilibri tra i team più veloci.

La Ferrari affianca la Red Bull

Le emozioni sono subito grandissime: buona parte del merito è senz’altro legata alle strepitose prestazioni della Ferrari. il marchio di Maranello, infatti, pare che sia davvero sulla buona strada per riportarsi sugli antichi fasti. Certo, non c’è da compiacersi e nemmeno da tirare i remi in barca, ma queste prime due gare della stagione hanno messo in evidenza uno stato di forma eccellente.

Nella prima gara Leclerc e Sainz hanno messo a segno una fantastica doppietta, mentre nel secondo atto del Mondiale si sono dovuti accodare dietro a Verstappen, protagonista di una gara eccezionale e alla sua prima vittoria in stagione.

Sul blog sportivo L’insider, ha voluto dire la sua su questo grande momento della Ferrari uno tra i migliori piloti italiani di tutti i tempi, ovvero Jarno Trulli. Una disamina decisamente lucida e razionale, visto che le analisi, in merito a questa prima parte della stagione, non possono che essere numerose, visti i tanti tempi da affrontare, di cui alcuni decisamente delicati.

L’analisi dell’ex pilota della Renault

È chiaro che il tema legato alle ottime prestazioni delle due monoposto Ferrari è centrale in qualsiasi discorso che riguarda al momento la Formula Uno. Detto questo, però, bisogna mettere in evidenza come l’analisi di Jarno Trulli si è concentrata anche su altri aspetti altrettanto importanti del circus.

Ad esempio, uno degli argomenti più dibattuti nel corso degli ultimi tempi è quello che riguarda la nuova generazione di potenziali vincitori del Mondiale. Le nuove leve dovranno seguire inevitabilmente l’esempio dato da Max Verstappen, che si è impossessato del trono della F1 e non ha alcuna intenzione di cederlo a qualcun altro.

Secondo Trulli, ci sono diversi prospetti che si sono affacciati a questa nuova stagione con diversi obiettivi. Ad esempio, la coppia della Ferrari è chiaramente una di quelle più promettenti, soprattutto perché Leclerc e Sainz stanno dimostrando tutto il loro valore tramite i risultati ottenuti in pista in questo primo scorcio di stagione.

In realtà, non sono gli unici giovani di belle speranze che possono puntare alla vittoria del Mondiale. Anche Lando Norris, con la McLaren, così come George Russell, compagno di squadra di Lewis Hamilton con la Mercedes, hanno la possibilità di mettere in mostra tutto il loro talento. Le qualità per emergere da parte di questi piloti ci sono eccome, ma serve chiaramente avere continuità e, al contempo, anche una macchina veloce su tutti i circuiti per poter puntare davvero al titolo mondiale.

I cambiamenti che sono stati introdotti nel regolamento stanno dimostrando tutta la loro efficacia. Trulli ha fatto emergere, però, come al fianco dello spettacolo ci sono anche una serie di problematiche che devono essere trattate con la massima consapevolezza. Ad esempio, uno dei limiti più evidenti è quello relativo alla visibilità, dal momento che le dimensioni delle monoposto sono piuttosto grandi e possono rendere la visuale più difficoltosa, in modo particolare per colpa delle dimensioni da 18 pollici delle gomme.

 

Articoli che potrebbero interessarti