Tu sei qui

SBK, Bautista: “Mi sento forte, sono nella posizione di poter vincere”

“Oggi la priorità non era il cronometro, ma fare le ultime valutazioni sulla moto. Sul bagnato sono stato veloce, era la prima volta con Ducati in queste condizioni”

SBK: Bautista: “Mi sento forte, sono nella posizione di poter vincere”

Share


Sull’asciutto ci ha pensato Toprak Razgatlioglu a dettare il passo, mentre sul bagnato, al pomeriggio, Alvaro Bautista è riuscito a regolare la concorrenza, precedendo il turco della Yamaha. Arrivato a fine test, da parte del portacolori Aruba trapela grande soddisfazione per quanto fatto in questa due giorni di test al Montmelò.

“È stato un sabato davvero positivo – ha commentato il 19 - al mattino abbiamo lavorato con l’asciutto, facendo alcune valutazioni, senza voler migliorare la prestazioni. Al pomeriggio è invece arrivata la pioggia ed è stato molto utile fare alcuni giri con la V4, dato che era la mia prima volta durante la preseason. Sono quindi molto entusiasta delle sensazioni raccolte col bagnato”.

Tutto sta quindi andato per il verso giusto in casa Aruba.

“Questo è un bel segnale in vista della stagione. A Portimao sono stato costante e qua mi sono sentito molto forte, come accaduto anche a Misano. Barcellona era una pista nuova per me con la Ducati, ma ho avvertito grande fiducia e tutto mi è venuto facile. Sono davvero molto felice e non vedo l’ora di andare ad Aragon”.

Tra poco più di una settimana i riflettori saranno infatti puntati sul Motorland.

“Siamo a un buon livello, il lunedì di Aragon faremo alcune comparative in vista dell’inizio del Mondiale. Al martedì vorrei già iniziare a lavorare in ottica gara. L’obiettivo è andare là e avere le stesse sensazioni riscontrate fino ad oggi”.

Per quanto visto durante il lungo inverno, le aspettative nei suoi confronti non mancano certo.

“In questo momento non voglio pensare a un determinato risultato. Quello che conta sono le sensazioni, mi sento forte e penso che siamo nella posizione per provare a poter vincere”.  

photo: Dani Guazzetti

Articoli che potrebbero interessarti