Tu sei qui

SBK, Pasini fa dietrofront: niente CIV e sfida con Pirro su Ducati

Salta ufficialmente l’accordo tra Mattia Pasini e Vince64-Broncos Racing Team per il CIV Superbike 2022. Per il romagnolo possibile wild card al Mugello in Moto2

SBK: Pasini fa dietrofront: niente CIV e sfida con Pirro su Ducati

Share


Primo clamoroso colpo di scena in chiave CIV Superbike a poco più di una settimana dal week-end inaugurale della stagione 2022 al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Proprio quando il suo attesissimo esordio alla guida della Panigale V4-R frutto della collaborazione tra Vince64 Racing Team e Broncos Racing Team sembrava diventato una mera formalità, alla fine Mattia Pasini non sarà presente ai nastri di partenza della classe regina del Campionato Italiano Velocità. Una notizia nell’aria da alcuni giorni a questa parte, che trova conferme nel comunicato stampa diramato in data odierna dalla stessa struttura di Vincenzo Scandizzo.

Sogno sfumato

Lontano dalle competizioni a due ruote per oltre un biennio, trascorso principalmente come spalla tecnica di Sky per Moto2/3 e sporadicamente in gare di durata automobilistiche, Mattia Pasini non aveva mai nascosto l’intenzione di voler indossare di nuovo i panni di pilota di moto. Dopo aver svolto in tal senso svariate sessioni di test nelle settimane precedenti in Spagna e Italia per comprendere il reale potenziale della quattro cilindri di Borgo Panigale in configurazione CIV Superbike, il tanto chiacchierato accordo tra il romagnolo e Vince64-Broncos Racing Team si è risolto in un nulla di fatto, con il primo round del 2022 ormai alle porte:“Siamo giunti alla conclusione di non avere le condizioni per iniziare la nostra avventura”, si evince dal comunicato diramato da Vince64.

A Misano con una Kalex

Un boccone duro da digerire specialmente per gli appassionati che stavano già pregustando il numero 54 dare battaglia per le posizioni di vertici della categoria in primis contro il pluricampione italiano Michele Pirro per un duello tutto in casa Ducati, Alessandro Delbianco e il resto dei forti avversari dello schieramento. Chiusa una porta, si apre un portone si usa dire e Mattia Pasini non è rimasto affatto con le mani in mano, tant’è che negli ultimi due giorni è sceso in pista a Misano con una Kalex motorizzata Triumph (leggi QUI). Acquistata dal diretto interessato apparentemente per tenersi in forma, nonostante alcune “sparate” delle ultime ore, non è escluso che possa tornare in azione il 29 maggio prossimo in occasione del GP d’Italia del Mondiale Moto2 in quel del Mugello…

Photo credit: daniguazzetti.com 

Articoli che potrebbero interessarti