Tu sei qui

Radar "anti-frenata": dalla Spagna i velox che beccano i furbetti

In Spagna arrivano nuovi autovelox "a cascata", che beccano gli utenti che frenano poco prima dell'apparecchio. Si prevedono diversi verbali per gli utenti indisciplinati

Moto - News: Radar "anti-frenata": dalla Spagna i velox che beccano i furbetti

Share


La velocità, piace a tutti (o quasi) e purtroppo non ci si rende conto che però aumenta il pericolo. Gli spazi di frenata aumentano di conseguenza, "scartare" un eventuale oggetto sulla carreggiata diventa più complicato, così come il controllo del mezzo, che più facilmente può sbandare, e più difficilmente è recuperabile. In Italia abbiamo il Tutor, che, calcolando la media (ove presente), obbliga l'utente della strada ad una media tale da scongiurare il superamento dei limiti di velocità. Ci sono poi gli autovelox fissi e quelli mobili. I primi, quando si sa dove sono installati, sono pressocché inutili, poiché fino all'ultimo momento si può esagerare con la velocità. I mobili, richiedono l'installazione del cartello prima, ed anche in questo caso, con un po' di attenzione si evita la multa. La soluzione? Arriva dalla Spagna.

Frenare e riaccelerare non servirà più

La Guardia Civil spagnola, ha trovato la soluzione. Posizionare dei radar mobili praticamente paralleli, nelle direzioni opposte di corsia di sorpasso. Le macchine fotografiche sono dunque puntate ai conducenti dalla loro parte. Cerchiamo di capire cosa si sono "inventati". In una normale situazione, il guidatore frena quando vede l’apparecchiatura dell'autovelox, per poi riaccelerare. Se però dopo ce n'è un altro? Beh, a quel punto è davvero troppo tardi per frenare, ed a quel punto scatta la sanzione. Lo scopo è proprio quello di evitare dunque la frenata e la successiva riaccelerazione.

Da noi, nel Bel Paese, arriverà la cosa? Sicuramente la notizia, "girando", certo che sì che arriverà anche alle nostre Forze di Polizia. Come ogni cosa in Italia magari, lo attueranno, qualcuno farà ricorso, lo vincerà anche, e poi intereverrano gli Ermellini per fare chiarezza. Del resto però, mettiamoci in testa che se c'è un limite di velocità, va rispettato. Le Forze dell'Ordine non fanno altro che cercare di scongiurare comportamenti pericolosi dovuti a velocità non consone al tratto di strada. Poi potremmo aprire un dibattito suoi Comuni che "vogliono far cassa", ma in ogni caso, cerchiamo tutti di rispettare i limiti di velocità, per la nostra e la sicurezza altrui.

Articoli che potrebbero interessarti