Tu sei qui

MotoGP, Michelin: la situazioni della scelta delle gomme a Mandalika

Tutte e tre le soluzioni anteriori possono essere utilizzate per la gara. La Soft posteriore ha dato un buon grip e un riscaldamento veloce. Il posteriore medio ha offerto più stabilità  

MotoGP: Michelin: la situazioni della scelta delle gomme a Mandalika

Share


Oggi è stato simile a ieri con condizioni miste al mattino, a causa della pioggia prima della prima sessione, e asciutto nel pomeriggio.
Le temperature della pista erano di 32 gradi C al mattino e 44 gradi nel pomeriggio.

 
Dopo l'informazione di ieri che alcuni pneumatici potevano essere adatti alla gara, l'obiettivo del giorno per le squadre era di fare più giri possibili sulle soluzioni che sembravano più adatte alla gara.  I 3 anteriori e i 2 posteriori erano i potenziali candidati.
 
L'anteriore medio ha lavorato bene in tarda mattinata, e anche durante il pomeriggio.  L'appoggio e i livelli di grip ci sono, ma d'altra parte i piloti più aggressivi hanno notato un calo di potenziale con troppo movimento dopo qualche giro.
L'anteriore Hard (tipo 1) è stato apprezzato da alcune squadre perché questa soluzione forniva ancora più supporto.
L'Hard (tipo 2) è stato provato da diversi piloti, e alcuni lo hanno trovato un vantaggio con una migliore stabilità e agilità. Tuttavia, altri non erano così entusiasti.  
Il risultato è che tutte e tre le soluzioni anteriori possono essere utilizzate per la gara.
 
La Soft posteriore ha dato un buon grip e un riscaldamento veloce, e di conseguenza è stata molto efficace in qualifica - dando gli stessi tempi sul giro dei test. Ha anche mostrato una consistenza accettabile su moto con assetto migliore e meno aggressive.
Il posteriore medio ha offerto più stabilità, con un buon grip e una migliore consistenza nel tempo.
 
L'aspetto di tutti i pneumatici anteriori e posteriori, una volta consumati, era buono.

 

Articoli che potrebbero interessarti