Tu sei qui

MotoGP, Michelin: il punto tecnico a Mandalika con la nuova carcassa dura

Ai piloti è piaciuta la 'nuova' carcassa posteriore, che è stata necessaria per abbassare le temperature incontrate durante i giorni di test, e in particolare per la sua stabilità

MotoGP: Michelin: il punto tecnico a Mandalika con la nuova carcassa dura

Share


Nel complesso, è stato un primo giorno abbastanza positivo  a Mandalika per Michelin.

Le condizioni della pista erano molto impegnative, con temperature elevate di 35 gradi C al mattino e salite a 52 gradi nel pomeriggio.

C'erano condizioni miste al mattino a causa della pioggia prima delle FP1 ed era asciutto nel pomeriggio per le FP2.
Il feedback dei piloti è stato che il nuovo asfalto dalla curva 17 alla curva 5 offriva meno grip rispetto al vecchio asfalto sul resto del circuito.

Ai piloti è piaciuta la 'nuova' carcassa posteriore, che è stata necessaria per abbassare le temperature incontrate durante i giorni di test, e in particolare per la sua stabilità, che è superiore alla carcassa standard utilizzata durante il test. Il posteriore Soft è stato ben accolto, in quanto il livello di grip è buono e funziona bene sia sul lato sinistro che su quello destro, anche se a volte c'è la tendenza a surriscaldarsi sul destro - facendolo slittare progressivamente. È ora necessario confermare se questa opzione è in grado di coprire la distanza di gara. La Medium posteriore è più consistente con un buon grip sul lato sinistro, ma il lato destro richiede più tempo per riscaldarsi e il livello di grip è inferiore all'opzione Soft. Le squadre hanno capito che a causa delle condizioni molto dure hanno bisogno di lavorare sul set-up delle moto per limitare la generazione di calore, e quindi lo spinning.

Il feedback sulle opzioni anteriori è stato molto buono. La Soft ha offerto livelli di grip e feedback molto buoni, e questo è stato apprezzato per iniziare in FP1, ma questa opzione ha iniziato a muoversi un po' troppo in frenata pesante dopo pochi giri. La Medium era più stabile e ha funzionato bene in FP2 con la temperatura più alta della pista. Le due opzioni anteriori Hard hanno dato un buon supporto e stabilità, e un livello accettabile di grip.

Articoli che potrebbero interessarti