Tu sei qui

MotoGP, KTM Tech3: Gardner e Fernandez, nessuna pressione, ansiosi di cominciare

Entrambi i rookie di casa KTM in MotoGP mostrano calma e sicurezza al loro debutto sul circuito di Losail in Qatar. Remy: "Non so chi vincerà in Moto2, ma Canet, Augusto e Acosta i favoriti". Fernandez: "non sono nervoso, è solo un'altra gara  con una moto diversa"

MotoGP: KTM Tech3: Gardner e Fernandez, nessuna pressione, ansiosi di cominciare

Share


Ci penserà il circuito Qatarino di Losail a battezzare l'ingresso dei due rookie del team KTM Tech3 in MotoGP. Remy Gardner e Raul Fernandez dopo i successi nella scorsa stagione in Moto2 non sembrano affatto intimoriti dalla nuova esperienza in MotoGP, e si dicono anzi ansiosi di cominciare a lavorare su un circuito che entrambi dicono di apprezzare particolarmente.

"Il polso non è ancora perfetto - interviene per primo Remy - ma sicuramente in condizioni migliori che negli scorsi test, speravo migliorasse di più sinceramente".

Quali sono le tue sensazioni alle soglie della tua prima gara in MotoGP, sei nervoso?
"Non direi nervoso, piuttosto non vedo l'ora di iniziare, come ho detto altre colte è un sogno che si avvera. Quanto alle aspettative essendo un rookie voglio tenere i piedi per terra, cercherò di godermi ogni singolo aspetto di questa nuova avventura cercando di fare del mio meglio come pilota".

Cosa ne pensi di questo tracciato?
"Il circuito di Losail mi piace, è un tracciato veloce e scorrevole in cui in passato mi sono sempre trovato bene".

Quali aspetti del tuo stile di guida ti stanno frenando?
"Penso di dover lavorare sull'aggressività, devo cercare di entrare nelle curve più dolcemente. Poi naturalmente c'è il problema al polso, scendere in curva a destra, su quel braccio, mi crea qualche problema ma sembra che le cose stiano migliorando, ho continuato con la fisioterapia nelle scorse settimane".

Non dev'essere stato facile l'approccio con la nuova moto in queste condizioni.
"Si, al di là di doversi interfacciare con tutte le novità, moto in primis, il polso è stato un problema e le condizioni del circuito a Mandalika non hanno aiutato. A Sepang però i risultati sono stati positivi quindi nel complesso direi che siamo soddisfatti del lavoro svolto fino ad ora".

Sei già entrato in pista per sincerarti delle condizioni dell'asfalto?
"Non ne ho ancora avuto l'occasione, ma penso non sia ancora gommato, immagino che ci penseranno le altre categorie prima di noi,  adesso non è più un mio problema per fortuna" risponde scherzando Remy.

Sei molto amico di Pedro Acosta, sei sorpreso che abbia presto il tuo posto sulla tua vecchia moto?
"Non direi sorpreso, ha talento e sta battendo tutti i record, pensavo ci avrebbe messo più tempo. Forse dovrei chiedergli qualche consiglio indietro dopo tutti quelli che gli ho dato! - scherza ancora Remy - Non so se vincerà il titolo, è possibile ed è tra i favoriti sicuramente. Se imparerà dagli errori passati e si adatterà potrà fare bene, ma ci sono anche molti altri piloti veloci e con esperienza".

Per quanto riguarda la Moto2 chi altro pensi che potrebbe vincere il titolo?
"Credo che se lo giocheranno in tre, Canet, Augusto e Pedro come già detto. Sarà un campionato combattuto".

Fernandez: nessuna pressione, solo un'altra gara

Anche il suo compagno di box non si dice nervoso per il proprio debutto in MotoGP.

"In fondo si tratta di un'altra gara - ci racconta Fernandez - certo cambia la categoria ma sono più eccitato di poter cominciare a lavorare che preso dal nervosismo della novità. L'obiettivo ora è di trarre il massimo da questa nuova esperienza".

Cosa ne pensi del circuito?
"Il Qatar è un'ottimo tracciato con cui dare il via al campionato, e correre la sera rende tutto ancora più strano e diverso dal solito. Questa è la mia quarta stagione nei campionati, quindi non è un circuito nuovo per me".

Qualche ripercussione dopo la caduta durante gli scorsi test?
"Qualche dolore alla testa non mi ha permesso di allenarmi al 100% i giorni successivi, ma nulla di grave. Sono pronto ad affrontare il campionato al massimo delle mie capacità".

Articoli che potrebbero interessarti