Tu sei qui

Felicity Ace: affondata la nave con a bordo Porsche, Bentley e Lamborghini

L'equipaggio è salvo, ma la nave è affondata. A picco nell'Atlantico, era carica di 3.965 auto, tra Porsche, Bentley, Audi e Lamborghini

Auto - News: Felicity Ace: affondata la nave con a bordo Porsche, Bentley e Lamborghini

Share


Non c'è stato niente da fare. La nave cargo Felicity Ace che trasportava un carico di quasi 4.000 auto del Gruppo Volkswagen (tra cui 1.100 Porsche) è affondata il 1° marzo 2022 alle ore 9:00 nelle acque dell'Atlantico a 220 miglia nautiche (407 km) dalle coste dell'arcipelago delle Azzorre. Lo fa sapere a Bloomberg la compagnia di navigazione MOL Ship Management. Il mare mosso e le onde alte hanno fatto inclinare la nave di 45 gradi sul lato sinistro (tribordo) e causato l'affondamento del mercantile gravemente danneggiata dalle fiamme e alla deriva da giorni.

Due settimane di agonia

Dalla mattina del 16 febbraio la nave mercantile con un carico di vetture Porsche era abbandonata, in fiamme e alla deriva nell'oceano Atlantico, non lontano dall'isola di Faial, nell'arcipelago delle Azzorre. Il cargo era lungo quasi 200 metri, largo più di 32 metri e poteva trasportare 5.232 auto. Aveva a bordo 3.965 auto del gruppo Volkswagen tra cui 1.100 Porsche, 189 Bentley, oltre a un numero imprecisato di Audi e Lamborghini. La nave era partita dal porto tedesco di Emden il 10 febbraio ed era diretta negli Stati Uniti per lo scarico dei mezzi sulle banchine di Davisville (Rhode Island) programmato per il 23 febbraio.

I 22 uomini dell'equipaggio sono stati salvati ed evacuati grazie all'intervento della marina portoghese e di alcuni altri mercantili e una petroliera giunti in soccorso. Il cargo-traghetto, chiamato Felicity Ace, batte bandiera panamense, era stato costruito in Giappone nel 2005 ed è di proprietà della Snowscape Car Carriers SA attraverso la compagnia di navigazione giapponese Mitsui O.S.K. Lines e la sua consociata MOL Ship Management (Singapore). Sul maxi traghetto c'era anche un numero imprecisato di veicoli Volkswagen, tra cui Golf GTI, Golf R e ID.4.

Un danno gigantesco

Detto dell'equipaggio che è fortunatamente riuscito a salvarsi senza danni dopo aver lanciato l'allarme incendio, resta la questione dei danni ingenti (stimati fino a 441 milioni di euro) provocati dal naufragio delle auto a bordo del cargo tipo Ro-ro (Roll-on/roll-off), costruito cioè per caricare e scaricare veicoli su ruote. Purtroppo in questo punto l'Oceano Atlantico ha una profondità compresa tra i 3.000 e i 5.000 metri ed è quindi impossibile ipotizzare un recupero delle vetture che sono andate tutte perse. In molti fanno riferimento al "fattore batterie", sicuramente difficili da "spegnere" in caso di incendio.

Non è la prima volta...

In entrambe le eventualità le Porsche e le altre auto del gruppo Volkswagen alla deriva nell'Atlantico sarebbero tutte perse per sempre, com'è accaduto nel 2019 alla nave Grande America affondata nel golfo di Biscaglia con circa 2.000 vetture e 37 Porsche destinate al mercato brasiliano. Tra queste, oltre ad alcune Audi RS 4 e RS 5, c'erano anche gli ultimi quattro esemplari di Porsche 911 GT2 RS che sono poi stati costruiti nuovamente dalla Casa tedesca.

Articoli che potrebbero interessarti