Tu sei qui

MotoGP, Pit Beirer: "tocca a KTM convincere Raul Fernandez a restare"

"Raul è un ragazzo così simpatico ma è molto emotivo, molto caldo, ed è nostro compito convincerlo che il posto migliore dove stare è dove si trova ora, con noi"

MotoGP: Pit Beirer: "tocca a KTM convincere Raul Fernandez a restare"

Share


Pit Bearer, direttore delle attività sportive di KTM, è stato un ex pilota di motocross e conosce bene le pressioni a cui si è sottoposti correndo un mondiale, per cui recentemente ha rilasciato una intervista a Crash nella quale minimizza la tensione creatasi nel 2021 quando Raul Fernandez cercò di liberarsi dell’accordo che lo legava alla casa di Mattighofen per accettare l’offerta di Yamaha.

“Noi mettiamo il cuore sul tavolo per i nostri piloti e facciamo di tutto per renderli felici - ha detto Beirer - abbiamo parlato molto con Raul, oggi per i giovani è difficile avere una crescita normale. Ogni volta che si tolgono il casco, c'è una telecamera, c'è un microfono, ci sono molte persone che gli fanno domande e whah, loro dicono qualcosa e quello è il titolo. Raul è un ragazzo così simpatico ma è molto emotivo, molto caldo, ed è nostro compito convincerlo che il posto migliore dove stare è dove si trova ora, con noi".

Fernandez è giudicato un giovane molto promettente da tutte le case presenti in MotoGP e gira la voce che i colloqui con Yamaha sono stati solo messi in pausa e potrebbero riprendere visto che a fine anno scadono i contratti di quasi tutti i piloti ufficiali.

Parte dei supposti attriti di Raul Fernandez potrebbero però essere attribuiti alla lotta che lo ha visto opposto al suo compagno di squadra, Remy Gardner, che alla fine ha vinto il mondiale della Moto2.

“Posso confermare che i rapporti sono buoni, perché durante l'inverno in Austria avevamo tutti seduti attorno ad un tavolo, tutti e quattro i piloti e i team manager, quindi penso che non ci sarà alcun punto di discussione. Naturalmente uno solo vince il campionato, così alla fine uno era super felice e l’altro no. E’ ovvio. E anche quest’anno i due avranno lo stesso obiettivo: essere il migliore”.

Gardner e Fernandez saranno due dei debuttanti da tenere d’occhio il prossimo fine settimana per il Gran Premio di apertura del motomondiale, a Losail, in Qatar.

Qui trovate le due videointerviste che abbiamo realizzato in Malesia (ITA SUB)

Remy Gardner: "La 500 di papà? Erano moto veloci, ma la MotoGP ha 100 cv in più!"
Raul Fernandez: "Il mio riferimento? Fabio Quartararo, anche lui non ha vinto il titolo in Moto2"

Articoli che potrebbero interessarti