Tu sei qui

Fiat 500e: dopo pochi mesi vale circa la metà!

L'usato elettrico "fa paura" e le quotazioni cadono in picchiata. La denuncia di uno youtuber riguarda una Fiat 500e che pare si svaluterebbe veramente troppo 

Auto - News: Fiat 500e: dopo pochi mesi vale circa la metà!

Share


La Fiat 500e, ha un costo iniziale importante. Si parla di importi di listino, per la versione chiamata La Prima di ben 35.900 euro. La versione Red sta sui 29.300 euro, ed è la più economica. Sì, ok, magari ci sono gli Ecoincentivi, ma sono importi altissimi. Ora, non parliamo della qualità, di come va, di come sia, ma di valutazione. Provate a venderla: quanto vi offrono? Bufala o meno, uno youtuber (qui il link al suo video) parla proprio di questo. Forse Enrico Di Mauro (autore del video sul suo canale Bruce Garage) è strumentalmente polemico e critico verso il tema elettrificazione (e non solo), ma di fatto una Fiat 500e Passion, dopo soli 7 mesi, sembra davvero valere quasi la metà!

Acquistata in Aprile 2021, la Fiat 500e Passion, al netto degli incentivi statali e della rottamazione era di 32.500 euro. Ora pare che Quattroruote la valuti solo 17.500 euro, quindi all'atto del rinnovo dell'assicurazione, si è accorto di un valore decisamente troppo basso. Perché non venderla? Fatto un giro nelle concessionarie, arriva la conferma. L'auto vale poco più del 50%. Ok, si sa che acquistato un veicolo nuovo, appena uscito dalla concessionaria, si svaluta istantaneamente di circa il 20%. I commercianti da sempre dicono che "perde l'IVA", ma in questo periodo, stando così le cose, si rasenta la follia. Le auto usate valgono sempre meno, e quindi quando si va a rivendere, si perdono una marea di soldi.

Cosa fare? Forse vale la pena riflettere sul fatto che le automobili stanno raggiungendo prezzi assurdi, e quindi forse è meglio valutare un buon usato. L'auto, non è certo un buon investimento. Anche una city car, alcuni anni dopo, vale già un terzo di quello che l'avete pagata. L'elettrico pare dunque che sia ancora peggio. Le auto usate infatti, in realtà, con le nuove che in questo momento non ci sono per la nota vicenda dei chip, sono salite di quotazione, ma le elettriche invece no. Perchè? Per paura che siano oggetti con un ciclo di vita più vicino a quello di un telefono che di un'auto diesel o benzina, per paura del caro bolletta, o più semplicemente perchè non siamo ancora pronti a questa fantomatica transizione elettrica e una buona fetta di chi tocca con mano i problemi pratici, torna con gioia alla cara e vecchia benzina. Cara vecchia auto a combustione, per ora ti teniamo nel nostro garage e non ci pensiamo proprio a venderti per altro.

Articoli che potrebbero interessarti