Tu sei qui

Verso la prova: Aprilia SR GT, il nuovo erede della dinastia SR

A Noale si torna a parlare di scooter, con un prodotto tutto nuovo e trasversale che proveremo tra pochi giorni. Sfoggia un look da crossover, un family feeling con le sportive di casa e punta a ripetere i numeri dell’antenato con cui condivide il nome SR

Moto - Scooter: Verso la prova: Aprilia SR GT, il nuovo erede della dinastia SR

Share


LEGGI LA NOSTRA PROVA COMPLETA

Due lettere che racchiudono una storia lunga quasi trent’anni: SR. Il primo 50ino a sfoggiare questa sigla è infatti del 1992, agli inizi del periodo d’oro degli scooter con il targhino, in grado di vendere più di mezzo milione di pezzi all’anno. Da allora il mondo è cambiato, i 50 sono sostanzialmente estinti, ma l’SR (anche con i modelli 125 e 150 cc) ha attraversato tre decadi, fino a fermare la sua corsa nel 2020. Una carriera particolarmente lunga anche per l’innovativo sistema DiTech, che ha permesso di omologare l’ultimo SR come Euro 4. Ora però restano solo le due lettere della sigla, accompagnate da altre due, GT, che in parte fanno capire che si tratta di qualcosa di totalmente nuovo. L’Aprilia SR GT è infatti uno scooter moderno, che strizza l’occhio a quella parte di pubblico che ha decretato il successo di scooter crossover, prima tra tutti il maxi di casa Honda X-ADV. Lo spirito d’avventura qui però viene accoppiato con elementi che richiamano la sportività della casa 54 volte campione del mondo. La vista frontale non può non far venire in mente una Tuono V4, tanto per fare un esempio, mentre le sospensioni a corsa lunga di Showa ed un’altezza minima da terra di ben 175 mm garantiscono, se non la voglia di Dakar, la capacità di affrontare le peggiori strade cittadine senza problemi.

DESIGN: UN MIX DI AVVENTURA E SPORTIVITÀ

Come detto, il nuovo SR GT da un lato sposa la moda “ADV” del momento, dall’altro non nasconde la sportività del dna di Aprilia. Lo avevamo visto ad Eicma pochi mesi fa (qui articolo, foto e video live), Troviamo infatti una fanaleria full LED a tre elementi all’anteriore, che non possono che far pensare ad RSV o Tuono, oppure alle sorelle 660. Full LED anche al posteriore, con una ruota da 14” all’anteriore e da 13 dietro, per garantire una capacità interessante al vano sottosella, che è infatti di ben 25 litri.

La pedana ha una conformazione che rispetta il “GT” nel nome del modello, promettendo di poter tenere le gambe anche in posizione avanzata per gli spostamenti più lunghi, mentre i 9 litri di serbatoio dovrebbero tradursi in autonomie prossime o superiori anche ai 300-350 km. Aprilia dichiara infatti consumi in ciclo WMTC pari a 40 km/l per SR GT 125 e 38,5 km/l per SR GT 200. Merito, ad esempio, di un peso contenuto in soli 144 kg con serbatoio pieno (148 kg per la versione 200), oppure del sistema Start & Stop denominato RISS (Regulator Inverter Start & Stop System).

Non manca un pizzico di tecnologia, con il display LCD, che può opzionalmente connettersi al proprio smartphone grazie al sistema Aprilia Mia.

MOTORI: DIRETTAMENTE DA CASA PIAGGIO

Aprilia è da tempo membro della famiglia Piaggio, il ritorno sul campo nel segmento degli scooter viene quindi fatto utilizzando delle unità note e stracollaudate del Gruppo, con i propulsori i-get che, per SR GT, sono proposti nella cilindrata di 125 cc, con una potenza che è proprio quella massima concessa per la categoria, 11 kW (15 cv), mentre il 200 sale a 13 kW (17,5 cv circa) con una cubatura di 174 cc. Se il “vezzo” estetico di avere una vocazione al fuoristrada è più legato ad un utilizzo nel concreto legato al contesto cittadino, sospensioni e gommatura, con della “all terrain”, concedono anche all’atto pratico di percorrere qualcosa in più del pavé o delle buche urbane, potendo affrontare senza problemi anche qualche strada bianca. La forcella ha infatti steli da 33 mm di diametro ed un’escursione di ben 122 mm, oltre il 20% in più della concorrenza, mentre al posteriore a gestire il compito ci pensa una coppia di ammortizzatori Showa a doppio effetto e molla elicoidale con precarico regolabile su 5 posizioni.

VERSIONI, COLORAZIONE E PREZZO

I due nuovi arrivati di casa Aprilia sono già a listino a partire dai 3.990 euro dell’RS GT 125, 200 in più (quindi 4.190) per il 200. Sono tre le colorazioni, con il nero (Aprilia Black) affiancato dalle varianti Street Grey ed Infinity Blue. Tra gli accessori, oltre al già citato Aprilia Mia per poter interagire con il proprio cellulare, troviamo un top case da 32 litri, un parabrezza alto e un kit di faretti supplementari LED.

 

Articoli che potrebbero interessarti