Tu sei qui

Sponsored by

Addio Dakar: la Yamaha lascia la competizione a due ruote!

La Casa dei Tre Diapason ha comunicato l’abbandono del Raid dopo ben oltre 40 anni di presenza, l’unico impegno sarà rivolto alla categoria SSV

Dakar: Addio Dakar: la Yamaha lascia la competizione a due ruote!

Share


La Dakar perde uno dei suoi pezzi pregiati, proprio così! È di pochi minuti fa la notizia che Yamaha ha deciso di abbandonare la competizione a partire dal 2023. Il mercato ha infatti spostato gli interessi verso nuovi orizzonti e di conseguenza la Casa dei Tre Diapason ha optato per chiudere un capitolo iniziato nel 1979 e durato ben oltre 40 anni.

In questo lasso di tempo non sono mancate le gioie per il marchio giapponese, che ha visto protagonisti piloti del calibro di Neveu, Peterhansel, così come il grande Edi Orioli. Adesso però è tempo di scrivere la parola fine come reso noto da Eric de Seynes dopo l’ultima edizione che ha visto Short chiudere in top ten: “Come ben sappiamo la Dakar rappresenta una delle icone del Motorsport – ha commentato il Presidente di Yamaha Motor Europe – anche se la corsa ha lasciato l’Africa, mantiene comunque il suo spirito. Negli ultimi anni però i nostri clienti hanno iniziato ad avere diverse aspettative e di conseguenza siamo chiamati a seguire le loro richieste. Con quest’anno chiudiamo quindi il capitolo Dakar e FIM Cross-Country Rallies World Championship. Rimarremo però presenti nella categoria SSV con il progetto YXZ1000R”

Yamaha saluta quindi la Dakar, ma non si tratta comunque di un addio: “L’impegno di Yamaha nel Rally Raid in moto non è finito – ha aggiunto De Seynes -  molto dipenderà però dalle richieste della nostra clientela.”

Articoli che potrebbero interessarti