Tu sei qui

SBK, Toprak: "Farò il test con la MotoGP, ma aspetto la decisione di Yamaha"

"Oggi era la prima volta che tornavo in sella alla Yamaha dopo la gara di Mandalika a novembre. Ho provato alcune novità di elettronica per avere una migliore uscita di curva"

SBK: Toprak:

Il campione del mondo è tornato in pista, e lo ha fatto a Portimao insieme ai suoi rivali. Razgatlioglu, Rea e Bautista in pista insieme in quella che è sembrata una prova generale della stagione che scatterà ad inizio aprile ad Aragon.

“Ho fatto solo due giri con gomma nuova. - ha esordito il campione turco - poi ho avuto un bel calo. Stiamo lavorando molto per la nuova stagione, vedremo come andrà”.

Su quali aspetti della moto avete lavorato?
“Ho provato delle modifiche all’elettronica per avere più confidenza in uscita. Non ho fatto molti giri consecutivi oggi, scendevo in pista, rientravo, spiegavo i problemi ai tecnici ed aspettavo che modificassero qualcosa. Abbiamo bisogno di tempo per adattarci a questa elettronica che userò anche domani. Spero che troveremo la confidenza giusta in un breve tempo”.

Com'è stato tornare in pista dopo la pausa invernale?
“È la prima volta che guido dopo l’Indonesia, sono contento di essere tornato in pista. È stata una bella giornata e domani continueremo a provare la nuova elettronica. Dopo molto tempo senza guidare sono comunque stato veloce, anche con la SCQ. Stiamo lavorando solo per preparare la moto al weekend di gara e non sul giro secco”.

Possiamo aspettarci altre novità quest'anno, oltre all'elettronica?
“Già lo scorso anno avevamo parlato molto di elettronica, freno motore e in fabbrica hanno lavorato molto su queste cose. Abbiamo anche delle novità come un nuovo serbatoio e ai prossimi test ce ne saranno altre”.

In che modo il nuovo serbatoio ti aiuterebbe?
“Si, non è una modifica enorme ma cambia la posizione in sella in modo positivo”.

Hai detto di non aver più guidato dall'Indonesia. Come hai vissuto dopo la vittoria del campionato?
“Dopo aver vinto il campionato sono andato in Turchia per una conferenza stampa e poi subito in Italia ad EICMA, senza nemmeno passare da casa. Dopo EICMA sono stato a Londra e ho detto: ‘per favore, fatemi tornare a casa’. Non ci sono state grandi celebrazioni, in Turchia il motorsport non è molto famoso. Ad ogni modo, mi è piaciuto così perché mi sono anche dimenticato di essere campione del mondo in alcuni momenti”.

Si è parlato anche di un test con Yamaha per la MotoGP, puoi dirci qualcosa?
"Si, ci sarà questo test ma organizzarlo è il lavoro di Yamaha. Io ora sono concentrato sulla mia stagione in SBK, voglio lottare ancora per il campionato e voglio vincere ancora il titolo e non sarà facile perché Bautista e Rea sono molto veloci. Vedremo come andrà quel test".

Quali aspettative hai in merito?
“Nel 2019 Alvaro era molto veloce sulla Ducati, ora siamo nel 2022, vedremo”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy