Tu sei qui

MotoGP, Miller positivo al Covid, è corsa contro il tempo per i test di Sepang

Jack al momento non può lasciare l'Australia e la Ducati rimanda la presentazione al 7 febbraio. Ha meno due settimane di tempo per un tampone negativo che gli permetta di andare in Malesia

MotoGP: Miller positivo al Covid, è corsa contro il tempo per i test di Sepang

Share


Ciao ragazzi, sfortunatamente sono ancora in Australia dopo essere risultato positivo al Covid. Non posso viaggiare e perderò la presentazione della squadra. Volevo solamente fare sapere a tutti che sto bene, non ho sintomi e continuerò ad allenarmi qui. Mi mancate tutti e spero di vedervi presto”. Jack Miller ha usato il suo profilo Twitter per comunicare la sua positività al Covid con un video. Il pilota della Ducati è asintomatico, ma non può viaggiare e quindi la prossima settimana non avrebbe potuto essere a Borgo Panigale per la presentazione della squadra. Per questo motivo la Ducati ha rimandato la presentazione al 7 febbraio: la farà da Sepang.

Il problema più grande, però, sono i test in Malesia del 5 e 6 febbraio. In teoria due settimane dovrebbero bastare perché il virus perda la sua carica e il piano di Jack a questo punto è quello di volare direttamente a Sepang dall’Australia.

Per farlo dovrà avere il risultato negativo a un test PCR effettuato al massimo 72 ore prima della partenza, poi all’arrivo in Malesia verrà sottoposto a un alto tampone, come prevede il protocollo sanitario che vale per tutti gli addetti ai lavori.

Sono riuscito a evitarlo per tanto tempo prima che mi saltasse addosso e mi mordesse - ha scherzato Miller - Comunque, stiamo tutti bene, nell’attesa di potere tornare a viaggiare”.

Articoli che potrebbero interessarti