Tu sei qui

La peste suina ferma anche gli amanti dell'enduro di Liguria e Piemonte

Sempre più cinghiali e maiali infetti hanno imposto di adottaare ordinanze per arginare la diffusione della malattia. Previsti divieti per caccia, escursioni ed anche l'utilizzo delle moto in off road nelle zone coinvolte

Moto - News: La peste suina ferma anche gli amanti dell'enduro di Liguria e Piemonte

Share


Da un lato possiamo stare tranquilli. In periodo di pandemia Covid, l'importante è che (almeno per ora), sembra che la peste suina africana, che sta rapidamente diffondendosi sul territorio di Liguria e Piemonte (al punto che la Toscana si sta già muovendo per arginare la cosa), non sia pericolosa per l'uomo.  Non lo è in maniera diretta, ma resta il fatto che produce grossi danni a livello economico ed impone di abbattere centinaia e centinaia di capi che avrebbero potuto generare reddito per chi opera nel settore. Oltre a questo è necessario un dispiegamento di risorse per abattere gli animali selvatici, in primo luogo i cinghiali, onde evitare che continui a diffondersi la malattia. 

Perchè parliamo di peste suina sulle pagine di GPOne.com? Perchè tra i divieti che gli oltre cento Comuni coinvolti stanno introducendo, ce ne sono alcuni che riguardano proprio i motociclisti. Sono infatti stati fortemente limitati tutti gli sport che porterebbero a frequentare i boschi dove la peste suina si sta diffondendo. Sentieri e strade sterrate secondarie che oltre che cacciatori ed escursionisti attirano appassionati di enduro e trial, sono infatti off limits in queste settimane. Se già per chi ama il fuoristrada è sempre iù difficile trovare zone dove non vi siano altri divieti, questa nuova emergenza stringe ulteriormente il campo per loro. L'ordinanza principale, che entrerà in vigore tra pochi giorni, inizialmente per un periodo di sei mesi, è firmata da due ministri (Salute e Politiche Agricole) e si spera possa eradicare il fenomeno, portando quindi ad una successiva riapertura.  

Tutti i dettagli, sul piano di sorveglianza e sulle azioni messe in campo, sono consultabili dal sito del Ministero della Salute (qui il link), mentre il testo dell'ordinanza Speranza - Patuanelli è pubblicato qui

 

Articoli che potrebbero interessarti