Tu sei qui

Il CEO di Stellantis: le auto elettriche sono solo per ricchi

Carlos Tavares ritiene che le auto elettriche saranno solo per alcuni fortunati e non aiuteranno le persone comuni a causa dei prezzi alti, mentre si dovrebbe puntare sulle ibride termiche, più accessibili

Auto - News: Il CEO di Stellantis: le auto elettriche sono solo per ricchi

Share


In una interessante intervista al Corriere, l'amministratore delegato di Stellantis, colosso nato dalla fusione di FCA e Peugeot, ha parlato del futuro dell'automobile. Le dichiarazioni riguardano soprattutto l'elettrificazione dei mezzi, che, secondo il CEO del gruppo, Carlos Tavares, non aiuterà i ceti medi.

"C'erano modi più economici e veloci di ridurre le emissioni. - dice Carlos Tavares - Il metodo prescelto non permette ai costruttori auto di essere creativi per trovare idee diverse. È una scelta politica. [...] Alla fine, è meglio accettare auto ibride termiche molto efficienti in modo che rimangano accessibili e forniscano un beneficio immediato in termini di CO2, o è necessario avere veicoli al 100% elettrici che le classi medie non potranno permettersi, chiedendo intanto ai governi di continuare ad aumentare i loro deficit di bilancio per fornire incentivi? Questo è un dibattito sociale che mi piacerebbe avere, ma per ora non lo vedo". E' chiaro a tutti che i prezzi delle elettriche sono più alti, de "il 50% in più", sintetizza Tavares. Se pensiamo che dal 2035 in poi, dovrebbe essere vietato vendere veicoli non-elettrici in Europa, la cosa crea una certa ansia.

Il CEO di Stellantis, poi, parla anche dei "benefici" in termini ambientali di una full-electric: "La grande questione è l'approccio globale alla qualità ambientale dell'elettricità consumata e noto che di fatto ciò rimette l'energia nucleare nell'agenda ad opera degli ambientalisti. Dobbiamo anche parlare dell'impronta di CO2 delle batterie. Con il mix energetico dell'Europa, un veicolo elettrico deve percorrere 70mila chilometri prima di compensare l'impronta di CO2 creata dalla fabbricazione della batteria. Solo a quel punto inizia ad allargare il divario con un veicolo ibrido leggero". Si apre dunque un momento difficile, soprattutto per i produttori di auto, tant'è che Tavares così chiude il discorso: "Se gli Stati riescono ad accompagnare questa transizione con delle sovvenzioni per cinque anni, forse ce la caveremo. Altrimenti si fanno prendere più rischi sociali all'insieme della cittadinanza".

Articoli che potrebbero interessarti