Tu sei qui

BMW M 1000 R: ecco come potrebbe essere la hyper-naked bavarese

Una hyper-naked con la M sarebbe il sogno di molti appassionati dell’Elica, e Kar Lee l’ha immaginata così

Moto - News: BMW M 1000 R: ecco come potrebbe essere la hyper-naked bavarese

Share


Ci sono moto tutt’altro che impossibili, ma destinate comunque a rimanere solo nella fantasia degli smanettoni: la M 1000 R, hyper-nked derivata dalla BMW M 1000 RR, potrebbe essere proprio una di queste, ma è difficilissimo non pensare a come potrebbe essere una diretta rivale delle varie Ducati Streetfighter V4 e MV Agusta Brutale 1000 RR. A trasformare i pensieri in realtà, seppur solo su carta, ci ha pensato Kar Lee, designer ormai noto sul web per i suoi pronostici.

Una M nuda

Lee, sulle sue pagine social KarDesign, ha mostrato come potrebbe essere una papabile BMW M 1000 R. La base di partenza è quella della M 1000 RR, come si nota dalla carenatura laterale identico a quello della superbike a cui però sono state aggiunte due paia di ali aerodinamiche, in stile Ducati Streetfighter. Naturalmente il family feeling passa per lo sguardo e infatti la M 1000 R di KarDesign ha un gruppo ottico molto simile al doppio faro orizzontale della supersportiva tedesca. Nell’immaginare questa nuda ad alte prestazioni il designer ha lasciato al loro posto lo scarico Akrapovic, i cerchi in carbonio e anche il codino con il telaietto a traliccio.

Come potrebbe essere?

Se Kar Lee ha fatto lo sforzo di immaginarne le forme il resto lo facciamo noi: una hyper così avrebbe sicuramente il motore derivato dalla sorella sportiva che è rivisto in molte parti rispetto alla S 1000 RR, ma magari con qualche cavallo in meno, senza scendere sotto i 200 però. Pochi dubbi sul telaio Flex Frame che equipaggia ormai da tempo le carenate di casa BMW, così come verrebbero confermate le sospensioni firmate Marzocchi, con forcella da 45 mm e monoammortizzatore pluriregolabile. Un “pacchetto” che farebbe gola a parecchi appassionati, e non solo a loro. E le colorazioni immaginate da Lee, che trovate nella gallery in fondo all'articolo, ci fanno venire ancor di più l'acquolina in bocca.

Articoli che potrebbero interessarti