Tu sei qui

Bimota KB4: in Giappone si può già acquistare, ma non è affatto facile

Presentata a EICMA 2021, la Bimota KB4 segue il percorso della Tesi H2 e viene realizzata in edizione limitata. In Giappone si può acquistare, ma è una vera e propria "lotteria"

Moto - News: Bimota KB4: in Giappone si può già acquistare, ma non è affatto facile

Share


In occasione di EICMA 2021, abbiamo visto la nuova Bimota KB4, moot dallo stile decisamente unico e con un prezzo non proprio alla portata di tutti. Parliamo di circa 34.000 euro, almeno in Giappone, perché in Italia ancora non è chiara la cosa. Ad ogni modo, è proprio nel Paese del Sol Levante che la Casa di Rimini ha deciso di iniziare a vendere, tant'è che gli ordini si sono aperti lo scorso 17 gennaio, e si chiuderanno il 31 dello stesso mese. Una finestra, ove non solo interviene Bimota Japan, ma anche il distributore giapponese, Kawasaki. Non si sa quante moto verranno realizzate, ma sappiamo che il numero è limitato. Superato questo, verrà fatta una vera e propria lotteria, con l'estrazione dei fortunati.

Come funziona?

Come detto, per poter essere prese in considerazione, tutte le richieste di acquisto dovranno essere ricevute entro il periodo di tempo specificato. Le domande pervenute al di fuori della finestra di Bimota Japan, non saranno prese in considerazione. I contratti potranno essere stipulati di persona od online, con queste ultime che si svolgeranno tramite Microsoft Teams. Per inviare una richiesta di acquisto per la nuova Bimota KB4 dovrete risiedere in Giappone e pianificare la consegna. 

Come detto, il prezzo è sui 34.000 euro, ovvero 4.378.000 Yen o circa 38.207 dollari se preferite. In ogni caso, Bimota Japan fa sapere che i singoli rivenditori possono fissare prezzi differenti, quindi bisogna essere consapevoli che è previsto un minimo di negozziazione. Se siete curiosi, potete andare a sbirciare sul sito Web di Bimota Japan a questo link. Ora non resta che attendere per sapere qualcosa in merito al mercato italiano. Sul sito, è tutto fermo. Intanto però, qualcosa di nuovo bolle già in pentola in quel di Rimini, e se la cosa vi stuzzica, a questo link trovate qualcosa in più...

Articoli che potrebbero interessarti