Tu sei qui

Penta e Suzuki giocano d’attacco con Kevin Manfredi nel CIV SBK 2022

Archiviato una stagione più complicata del previsto, nel CIV Superbike 2022 il team Penta Motorsport affiderà la GSX-R 1000 al due volte Campione del World SSP Challenge Kevin Manfredi

SBK: Penta e Suzuki giocano d’attacco con Kevin Manfredi nel CIV SBK 2022

Share


Superato un travagliato anno di adattamento alla inedita centralina elettronica MoTec sotto svariati punti di vista, il team Penta Motorsport si presenterà nuovamente ai nastri di partenza del CIV Superbike 2022 avvalendosi questa volta nientemeno che delle doti di Kevin Manfredi nella speranza di un biennio maggiormente ricco di soddisfazioni. Dalla comprovata esperienza in ambito nazionale e internazionale, il due volte vincitore del World SuperSport Challenge si propone come il pilota dal curriculum ideale, potenzialmente in grado di rinvigorire le ambizioni dell’unica compagine Suzuki dello schieramento tricolore capitanata da Ivan Goretti.

Manfredi nel CIV SBK

Nonostante i lunghissimi trascorsi in campionati quali CIV-Europeo SuperStock 600, CIV-World SuperSport 600, British SuperStock 1000 e Mondiale Endurance, per l’originario di Sarzana si tratterà di un ritorno nella classe regina del Campionato Italiano Velocità in seguito alla breve avventura nel 2017 proprio su una "Gixxer" allestita dal Biker's Island RT. Reduce da un biennio da incorniciare tra i ranghi di AltoGo Racing Team, culminato con la doppia vittoria consecutiva del titolo europeo SuperSport, in avvicinamento alla prossima stagione Kevin Manfredi ha preso tutti in contropiede: al di là dei test in quel di Jerez de la Frontera con Black Flag Motorsport nonché delle voci riguardanti l’accostamento a numerose squadre del CIV e Mondiale, alla fine ha deciso di concretizzare la trattativa scaturita in tempi recenti con il team Penta Motorsport.

Desiderio di riscatto

In attesa di scoprire il nome del possibile compagno di squadra, sarà inevitabilmente la punta di diamante del progetto che porterà avanti in parallelo al ritorno nel FIM EWC con Wojcik Racing Team e all’impegno in MotoE con Octo Pramac. Malgrado la GSX-R 1000 sia decisamente ancora da “sgrezzare” in virtù del turbolento 2021 condizionato dai continui passaggi di testimone con protagonisti Michael Canducci, Sebastiano Zerbo e Alex Sgroi, il 27enne (appena compiuti il 3 gennaio) si metterà in gioco all’interno di un ambizioso programma dalla durata biennale in cui l’imperativo sarà innanzitutto quello di reindirizzare lo sviluppo della moto per poi poter stupire lontano dai riflettori attraverso il consolidato supporto tecnico della base operativa di Yoshimura: “Suzuki mi è rimasta nel cuore specie dopo l'esperienza nel CIV SSP 2016, perciò ho deciso di accettare questa sfida. Credo che la GSX-R 1000 abbia un grande potenziale, come si può vedere nel Mondiale EWC, BSB e MotoAmerica. Il team Penta Motorsport ha molto interesse a far crescere la moto anche nel CIV SBK e la centralina unica ed il passaggio alle gomme Dunlop potrebbero essere la giusta occasione per mescolare ulteriormente le carte in tavola. Sono prontissimo ad affrontare questa nuova avventura che sarà sicuramente difficile. Avremo un pacchetto di avversari davvero tosti, ma noi ci impegneremo al massimo per ottenere i migliori risultati possibili“, ha dichiarato Manfredi.

GRIGLIA PROVVISORIA CIV SBK 2022:

LCS Racing Team Ducati - Guillaume Antiga (3-4 round)
Nuova M2 Racing Aprilia - Alessandro Delbianco, Alex Bernardi
Scuderia Improve Honda - Luca Vitali
Black Flag Motorsport Kawasaki - Samuele Cavalieri
Speed Action Yamaha - Gianluca Sconza
Barni Spark Racing Team Ducati - Michele Pirro, Michal Filla
Keope Motor Team Yamaha - Randy Krummenacher, Niccolò Canepa 
Penta Motorsport Suzuki - Kevin Manfredi

Photo credit: kevinmanfredi.it

Articoli che potrebbero interessarti