Tu sei qui

Ezpeleta: "la MotoGP non accetterà quarantene per correre nei Gran Premi"

"Se ci dicono che dobbiamo stare in quarantena per 14 giorni, la risposta è chiara: no, non ci andremo! Questo è il limite. Abbiamo in calendario 21 GP, ma due potrebbero saltare. Si tornerò a 2.500 addetti nel paddock"

MotoGP: Ezpeleta: "la MotoGP non accetterà quarantene per correre nei Gran Premi"

Share


La pandemia continua a tenere banco fra le maggiori preoccupazioni del mondo dello sport e la MotoGP non fa eccezioni.

Con i test di Sepang alle porte Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna,  ha fissato una chiara "linea rossa" per la stagione 2022 assicurando che non accetterà quarantene" a nessun paese e, nonostante abbia stilato un calendario di 21 gare, contempla che potrebbero essere ridotte a 19, il che soddisferebbe "l'obiettivo minimo" dell'anno.

“Non accetteremo quarantene. Se ci dicono che dobbiamo stare in quarantena per 14 giorni, la risposta è chiara: no, non ci andremo! Questo è il limite", ha detto riportato Marca nel corso del Forum EFE "Sport Business Days”.

"L'obiettivo è quello di aumentare il numero di persone che andranno, potremmo aumentarlo da 1.500 a 2.500", ha detto il CEO di Dorna.

“Tuttavia - ha precisato il boss della Dorna -  non sarà mai lo stesso di prima della pandemia in relazione al numero di persone nel paddock: è andare nello spogliatoio di una squadra di calcio".

In realtà Carmelo Ezpeleta si sta battendo duramente per un ritorno alla normalità: pur con tutte le cautele del caso, Green Pass, mascherine, tamponi e distanziamento sociale, a Sepang la pitlane ed il paddock - finora chiusi o parzialmente chiusi alla stampa ed ai fotografi -  non dovrebbero subire limitazione per gli addetti ai lavori. I prossimi test saranno estremamente probanti.

I test malesi e indonesiani saranno il test della situazione attuale e difficilmente ci sarà una situazione peggiore, ma se non ci sono positivi cercheremo di fare la stagione lo stesso e il nostro obiettivo quest'anno è di avere 19 gran premi. Abbiamo 21 gran premi perché dobbiamo metterli e ci sono contratti da rispettare, ma può succedere che uno di loro salito, ma l'obiettivo minimo è 19 Gran Premi”.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti