Tu sei qui

Sponsored by

Benavides vince l’11 tappa, Van Beveren si perde, Sunderland leader, 17° Petrucci

Incredibile finale in Arabia con il portacolori GasGas che si riprende la vetta della Dakar a una prova dal termine seguito nelle generale da Quintanilla e Walkner, nel finale Danilo cappotta, ma senza riportare conseguenze

Dakar: Benavides vince l’11 tappa, Van Beveren si perde, Sunderland leader, 17° Petrucci

Share


È un finale incandescente quello della Dakar, quando al termine della corsa manca una sola tappa, ovvero quella che domani porterà la carovana verso il gran finale di Jeddah. Nella speciale odierna, che ha visto i piloti impegnati nell’anello di Bisha, i colpi di scena hanno recitato ancora una volta la parte di protagonista.

Già, perché Adrien van Beveren ha perso la leadership della generale, lasciandola nelle mani di Sam Sunderland. È successo davvero di tutto nei 501 km di speciale che hanno dato un nuovo scossone ai piani alti della classifica. Chi ha fatto da apripista, come nel caso di Price, Barreda e Van Beveren, si sono poi ritrovati a dover rincorrere, incassando distacchi importanti a tal punto da finire tutti e tre fuori dalla top ten.

A vincere la prova è stato quindi Kevin Benavides, tornato in azione dopo il ritiro di ieri grazie alla formula jolly prevista dal regolamento. L’argentino della KTM ha fissato il riferimento della giornata in 3 ore 30 minuti e 56 secondi, precedendo di soli quattro secondi Sam Sunderland e di 2’26” Joaquim Rodrigues.

In virtù della seconda posizione, il britannico di casa GasGas torna al comando generale della Dakar con un margine di 6’52” sulla Honda di Pablo Quintanilla, mentre terzo assoluto Matthias Walkner a 7’15”. A meno di clamorosi colpi di scena, saranno questi tre a giocarsi la vittoria del Raid nella prova conclusiva di domani.

Sembra infatti essere tagliato fuori Adrien Van Beveren, che dopo la speciale odierna scivola in quarta posizione nella generale a 15’30” dalla testa della corsa seguito dalle Honda di Barreda, Brabec e Cornejo.

Per quanto riguarda gli italiani, Danilo Petrucci è arrivato a fine prova con il 17° crono a 23’14” dal compagno Benavides. Una tappa in cui Petrux si è difeso, cercando di stringere i denti, su un terreno caratterizzato da sabbia e dune che non sembrano del tutto piacere al pilota ternano come lui stesso ci ha dichiarato ieri sera.      

* AGGIORNAMENTO: DANILO PETRUCCI HA CHIUSO LA TAPPA IN 17^ POSIZIONE, PERCHE' A CAUSA DI UNA CADUTA NELL'ULTIMO TRATTO E' STATO SOPRAVANZATO DAGLI ALTRI PILOTI CHE LO SEGUIVANO. PER IL PILOTA TERNANO NESSUN TIPO DI CONSEGUENZA A SEGUITO DEL CAPPOTTAMENTO. 

Articoli che potrebbero interessarti