Tu sei qui

Ferrari Purosangue: le foto ed il video spia della prossima "rossa"

Il telo camuffa ancora molto le linee della nuova Ferrari Purosangue, ma la carrozzeria dovrebbe essere definitiva. Cresce l'attesa per il primo SUV sportivo di Maranello

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


E' sicuramente una delle auto più attese. Parliamo della Ferrari Purosangue, che si è svestita della carrozzeria modificata presa dalla Maserati Levante alla fine di novembre, quando un prototipo è stato visto per la prima volta con una carrozzeria di simil-produzione. Ora in cover trovate un nuovo video spia del SUV del Cavallino Rampante, che continua a nascondersi completamente sotto le camuffature, ma ciò potrebbe significare che lì sotto si nasconda proprio la carrozzeria definitiva (o quasi) della Purosangue.



SUV, ma non troppo

La Ferrari Purosangue non sembra il tipico SUV ad alte prestazioni, ma più che altro pare posizionarsi sulla falsariga di una hatchback sovradimensionata - un po' come accaduto per la Lamborghini Urus. Tecnicamente non sarà la prima Ferrari a quattro porte se prendiamo in considerazione la concept Pinin del 1980 e la 456 Venice - berlina e wagon - costruita per il Sultano del Brunei negli Anni '90. Tuttavia il SUV del Cavallino sarà il primo modello di serie per Maranello ad avere portiere posteriori. Potrebbe servire del tempo, soprattutto agli appassionati più sfegatati del marchio, per abituarsi all'idea di una Ferrari così alta da terra. Eppure un SUV era inevitabile: non si poteva ignorare un nuovo flusso di entrate economiche in un segmento che oggi viene così apprezzato da chi compra, soprattutto se la maggior parte dei marchi sportivi ha già un SUV in gamma.La Ferrari Purosangue sarà rivale non solo della già citata Urus, ma anche della Aston Martin DBX, della Bentley Bentayga Speed, della Porsche Cayenne Turbo GT e, in un certo senso, della prossima BMW XM.

Cosa sappiamo

Trattandosi di un prototipo ancora in via di sviluppo - per di più pesantemente camuffato - è ben difficile intravedere grandi punti focali della Purosangue, ma qualcosa si può già notare. A partire dal vuoto intorno ai quattro scarichi: il paraurti potrebbe essere già definitivo nelle forme, ma forse mancano all'appello alcuni terminali massicci, si vede bene dalle foto scattate da Auomedia. Sempre al posteriore c'è un ritaglio nel portellone che sicuramente avrà un motivo d'esistere, ma non sembra esserci un terzo stop. Potrebbe esserci una telecamera, o semplicemente la maniglia di apertura. Si intravedono alcune luci diurne a LED che sbucano attraverso il camouflage sul paraurti anteriore, e sembrano posizionarsi sopra delle robuste prese d'aria. E infine i cerchi, molto probabilmente saranno diversi e molto più grandi di misura.

C'è poi la questione portiere posteriori: se già la loro presenza su una Ferrari stupisce, la posizione delle maniglie lascia presupporre un sistema di apertura controvento, come sulla Rolls-Royce Cullinan. La nuova piattaforma Ferrari monterà anteriormente i motori originariamente montati al centro, il tutto collegato a un cambio a doppia frizione con supporto per la trazione integrale. Non mancheranno le sospensioni pneumatiche e powertrain ibridi: si parla di V6 e V8 elettrificati, con voci che parlano anche di una punta V12. L'interno avrà un sistema di intrattenimento speciale per i sedili posteriori (strano da dire "sedili posteriori" per una Ferrari). In generale ci aspettiamo che la Purosangue piacerà più della media anche ai convinti anti-SUV, un po' come già fece la Urus. Non resta che aspettare il suo debutto ufficiale - dovrebbe avvenire durante il 2022, probabilmente dopo il lancio della 296 GTS Convertibile prevista per la prima metà del 2023.

Articoli che potrebbero interessarti