Tu sei qui

Blacktrack BT-05 Cento: la Moto Guzzi da oltre 120.000 euro

Nata dalla collaborazione tra Sacha Lakic e i fratelli Guareschi, la special Blacktrack BT-05 Cento pesa solo 175 Kg e vanta 136 CV. Ecco tutti i dettagli

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Gli appassionati di tuning, conosceranno la Blacktrack Motors. L'ultima creazione, la quinta, è la BT-05 Cento, una moto su base Moto Guzzi, una cafè racer che vanta un design più che unico. Nasce da un'idea di Sacha Lakic, designer francese che ha lavorato con diverse case motociclistiche, tra cui anche il Gruppo Piaggio. Come detto, è la quinta creazione dell'azienda, che ha deciso questa volta di rendere omaggio all'Azienda italiana di Mandello, visto il centenario. Le precedenti opere d'arte? La BT01, motorizzata Honda CX500, la BT02, su base Triumph Thruxton, la BT03, Harley-Davidson 114, e la BT04, un'auto, su base Porsche 964 Carrera 4.

Motore V2 8V

Il propulsore della BT-05 Cento deriva dal V2 otto valvole, quello che veniva montato sulle Moto Guzzi Griso e 1200 Sport fino al 2016 tanto per capirsi. Deriva, perchè la cilindrata è passata dagli originali 1.151 agli attuali 1.382 cc. La cosa ha visto così un incremento di potenza di 26 CV, passando da 110 a 136 (a 7.480 giri/min.). Aumentata vertiginosamente anche la coppia, visto che prima era di 11, ed ora di 15 kgm a 5.350 giri/min.. La "voce" della cafè racer, è data da uno scarico due in uno realizzato da Zard, in pregiato titanio, ma non manca un air-box dedicato in fibra di carbonio. Dello stesso materiale anche altre parti, incluso il finto serbatoio, che funge da guscio, visto che sotto c'è il vero serbatoio in alluminio (è da 12 litri).

Grazie all'utilizzo di carbonio e alluminio, ed alla rimozione di diverse parti, la moto è dimagrita di oltre 50 Kg. Il peso della Moto Guzzi Griso 1200? 231 Kg a secco. Quello della BT-05 Cento? 175 Kg a secco. Questa opera d'arte, non è omologata per circolare su strada, ma a richiesta si può avere la versione "legale". E' poi interessante scoprire chi ci sia dietro alla ciclistica... i fratelli fratelli Gianfranco e Vittoriano Guareschi. Il telaio in tubi di acciaio è infatti merito loro (pesa 10,7 Kg). Completano la ciclistica le sospensioni Ohlins (forcella FGRT e mono TTX) completamente regolabili e delle pregiate ruote da 17 pollici in magnesio Marvic che calzano coperture Michelin Power RS slick.

Per averla occorrono 12 mesi, poiché è tutta realizzata a mano. Saranno creati solo 10 pezzi, ognuno con un colore differente, e con il nome di un circuito internazionale. Volendo, si possono avanzare delle richieste per personalizzarle ulteriormente. Nota dolente, il prezzo. Dovrete fornire la moto, pagare IVA ed importazione, la spedizione... e aggiungere un prezzo che parte da 117.900 euro. Del resto, l'esclusività, si paga cara.

Articoli che potrebbero interessarti